Sicilia: Regione a Corte conti, grave crisi; ma conferma assunzioni

(AGI) - Palermo, 6 ott. - La Sicilia e' in "grave crisi diliquidita'". Lo ha confermato davanti alle Sezioni riunitedella Corte dei conti per la Regione siciliana l'assessoreall'Economia Alessandro Baccei, convocato insieme al collegaalla Sanita' e ai dirigenti dei dipartimenti per riferire sullasituazione dei conti. "L'andamento delle entrate - ribadisceBaccei - continua e non essere buono e questo non perche'abbiamo sbagliato le previsioni, ma in qunto abbiamo ottenuto500 milioni in meno a causa della contrazione dell'Irap, delminor gettito dall'Irpef e di un minore introito dall'Iva"; inun concorso di colpa di

(AGI) - Palermo, 6 ott. - La Sicilia e' in "grave crisi diliquidita'". Lo ha confermato davanti alle Sezioni riunitedella Corte dei conti per la Regione siciliana l'assessoreall'Economia Alessandro Baccei, convocato insieme al collegaalla Sanita' e ai dirigenti dei dipartimenti per riferire sullasituazione dei conti. "L'andamento delle entrate - ribadisceBaccei - continua e non essere buono e questo non perche'abbiamo sbagliato le previsioni, ma in qunto abbiamo ottenuto500 milioni in meno a causa della contrazione dell'Irap, delminor gettito dall'Irpef e di un minore introito dall'Iva"; inun concorso di colpa di Stato e Regione. Un quadro negativo peril 2015 che potrebbe addirittura peggiorare nel 2016, "quandonon potremo utilizzare i 700 milioni del Cipe" e in assenzadella delibera Cipe "il governo ha iniziato a bloccarci leentrate". Uno scenario complicatissimo, a fronte del qualepero' l'assessore alla Salute Baldo Gucciardi conferma leassunzioni nel comparto. Un migliaio quelle che dovrebbescattare nell'immediato e riguarderanno personale precario, mauna cifra piu' esatta potra' essere data tra un paio disettimane, prosegue Gucciardi che assicura: "Le assunzioni sifaranno nei limiti del tetto di spesa del personale contenutonelle linee guida". Del resto "nella sanita' non siamo piu' unaregione canaglia, come nel 2007. I conti sono in perfettoordine, il sistema e' in equilibrio e il ministro della Saluteha certificato un avanzo di amministrazione di oltre 29milioni". (AGI).