Sicilia: i sindacati snobbano il Pd, Raciti "Scelta pericolosa"

(AGI) - Palermo, 22 set. - Non solo la Cisl. Anche gli altrisindacati a ruota hanno disertato l'incontro con il segretariodel Pd siciliano Fausto Raciti. A recalcitrare era stato subitoil segretario cislino Maurizio Bernava che con un lunghissimosms inviato stamane ai colleghi di Cgil e Uil, spiegava che nonera disponibile a farsi usare dal Pd e Da Raciti da cui il erastato peraltro sempre escluso. Una posizione poi sposata daCgil e Uil che non intedevano avallare una spaccatatura delfronte sindacale, favorendo una rappresentazione troppofilo-Pd. Inoltre, le tre sigle non avevano gradito

(AGI) - Palermo, 22 set. - Non solo la Cisl. Anche gli altrisindacati a ruota hanno disertato l'incontro con il segretariodel Pd siciliano Fausto Raciti. A recalcitrare era stato subitoil segretario cislino Maurizio Bernava che con un lunghissimosms inviato stamane ai colleghi di Cgil e Uil, spiegava che nonera disponibile a farsi usare dal Pd e Da Raciti da cui il erastato peraltro sempre escluso. Una posizione poi sposata daCgil e Uil che non intedevano avallare una spaccatatura delfronte sindacale, favorendo una rappresentazione troppofilo-Pd. Inoltre, le tre sigle non avevano gradito laconvocazione di una conferenza stampa dopo l'incontro. Cosi' e'saltato il tavolo. Uno schiaffo alle intenzioni del segretariocuperliano che con questo incontro voleva riaffermare la sualinea di rottura con il governatore. Raciti parla di rinvio, magiudica rischiosa la scelta dei sindacati di "rinchiudersi nelrapporto con il governo regionale". (AGI) - Palermo, 22 set. -"Quello che abbiamo da dire sulla crisi alla regione e il Pd e'contenuto in una lettera che nei giorni scorsi abbiamo inviatoa Fausto Raciti e a Matteo Renzi nella qualita' di segretarionazionale del Partito democratico. Stiamo aspettando lerisposte", spiega il segretario generale della Cgil Sicilia,Michele Pagliaro, che oggi non ha preso parte, come i segretaridi Cisl e Uil, all'incontro con il leader siciliano del Partitodemocratico. "Se in un primo momento eravamo stati possibilistisull'incontro - spiega Pagliaro- era perche' non abbiamointeresse ad azioni di facciata, a sottolineare che non siamola stampella di nessuno perche' questo e' gia' nei fatti.Quello che pensiamo sulla situazione politica regionale e'chiaro e lo abbiamo ribadito anche nel corso dell'ultimodirettivo". "Alla luce dell'improvvisa indisponibilita' di unaparte sindacale - di Raciti - abbiamo deciso di rinviarel'incontro in programma questa mattina. Continuiamo comunque aritenere che a fronte di un dibattito politico spesso giocatosulle tattiche parlamentari sia utile mettere al centro iproblemi del lavoro, partendo dal confronto con le siglesindacali piu' rappresentative. Dispiace constatare che questosforzo in Sicilia sia piu' difficile che altrove, soprattuttoalla luce dei limiti dell'azione di Governo piu' voltedenunciati dagli stessi sindacati". A chi stamattina haannunciato la propria indisponibilita' al confronto con ilPartito nemocratico, "mi permetto di suggerire che chiudersinel rapporto con il solo governo regionale rischia di esserepericoloso non tanto per le sigle sindacali, quanto soprattuttoper i lavoratori e i disoccupati siciliani. Noi saremo sempreal loro fianco, e' nel nostro dna". Ribadisce pero' Pagliaro:"La ' strategia politica', se cosi' puo' chiamarsi, tuttasbilanciata su richieste di rimpasto e sulle poltrone, in unclima di costanti divisioni, di fronte ai tanti fallimenti delgoverno e' poco credibile e rischia di trasformarsi in unboomerang per lo stesso Pd". Questo clima mette a "seriorischio la credibilita' del Pd come soggetto politico dicambiamento. Urge rilanciare la sfida al presidente Crocettaentrando nel merito dei problemi aperti e se Crocetta non sara'all'altezza bisogna avere il coraggio di dirlo e costruiretutte le azioni necessarie per tornare al voto". (AGI).