Call center: Accenture Palermo, revocati 262 licenziamenti

(AGI) - Palermo, 12 dic. - Sono stati revocati i 262licenciamenti annunciati lo scorso 31 ottobre nel call centerAccenture di Palermo. Ne da' notizia la Cisl al termine di unincontro al ministero del Lavoro con la sottosegretaria TeresaBellanova, l'azienda British Telecom monocommittente fino aqualche settimana fa di Accenture, il Comune di Palermo e laRegione. Il protocollo sottoscritto, secondo quanto riferiscela Cisl, registra la disponibilita' di BT ad acquisire, tramitela controllata al 100% Atlanet, il ramo d'azienda con i 262lavoratori, che accettano un contratto di solidarieta' conriduzione del 25% dell'orario di

(AGI) - Palermo, 12 dic. - Sono stati revocati i 262licenciamenti annunciati lo scorso 31 ottobre nel call centerAccenture di Palermo. Ne da' notizia la Cisl al termine di unincontro al ministero del Lavoro con la sottosegretaria TeresaBellanova, l'azienda British Telecom monocommittente fino aqualche settimana fa di Accenture, il Comune di Palermo e laRegione. Il protocollo sottoscritto, secondo quanto riferiscela Cisl, registra la disponibilita' di BT ad acquisire, tramitela controllata al 100% Atlanet, il ramo d'azienda con i 262lavoratori, che accettano un contratto di solidarieta' conriduzione del 25% dell'orario di lavoro e del 10% delleretribuzioni. Le parti si rivedranno lunedi' al ministero. PerFrancesco Assisi, segretario della Fistel Cisl Palermo Trapani,"l'esito della riunione al ministero, e' soddisfacente. Dopoquasi sei mesi di dura lotta siamo arrivati a una soluzione chesalvaguarda l'occupazione anche a costo di qualche sacrificio".Nell'accordo, il Comune si impegna a "verificare ladisponibilita' di immobili funzionali alle attivita'" e il loro"adeguamento infrastrutturale e tecnologico", mentre la Regioneverifichera' la possibilita' di destinare a corsi di formazionee riqualificazione risorse della programmazione dei fondieuropei 2014-2020. Per la Cisl "si chiude una parentesi e oravanno chiuse le altre ancora aperte in Sicilia, nel settore",ossia le vicende dei 130 in cassa integrazione a zero ore di 4UServizi e ad Almaviva dove, su quattromila dipendenti, sonogia' stati dichiarati 2.328 esuberi. (AGI).