Servitu' militari: corteo contro basi e esercitazioni a Cagliari

AGI) - Cagliari, 13 dic. - Oltre mille persone si sono radunateda questa mattina al molo Ichnusa, nel porto di Cagliari, perla manifestazione organizzata dal Comitato 'Gettiamo le basi'contro le esercitazioni e le servitu' militari in Sardegna. Imanifestanti, con bandiere e striscioni, sfileranno in corteonelle vie del centro della citta', sotto il controllo di unoschieramento massiccio di forze dell'ordine, in massima allertaanche dopo le tensioni e i disordini che si erano verificatinella manifestazione di questa estate davanti al poligonomilitare di Capo Frasca, nell'Oristanese. Il corteo dal porto arrivera' in viale Regina

AGI) - Cagliari, 13 dic. - Oltre mille persone si sono radunateda questa mattina al molo Ichnusa, nel porto di Cagliari, perla manifestazione organizzata dal Comitato 'Gettiamo le basi'contro le esercitazioni e le servitu' militari in Sardegna. Imanifestanti, con bandiere e striscioni, sfileranno in corteonelle vie del centro della citta', sotto il controllo di unoschieramento massiccio di forze dell'ordine, in massima allertaanche dopo le tensioni e i disordini che si erano verificatinella manifestazione di questa estate davanti al poligonomilitare di Capo Frasca, nell'Oristanese. Il corteo dal porto arrivera' in viale Regina Margheritaper poi attraversare via Manno e il Corso Vittorio Emanuele equindi raggiungere il palazzo della Regione in viale Trento. Leprescrizioni decise dal questore di Cagliari Filippo Dispenzasono stringenti: i manifestanti non devono portare armi proprieo improprie, sostanze pericolose, fumogeni, bastoni o altrioggetti offensivi. Non sono inoltre ammessi caschi, fazzolettio cappucci. Nelle vie dove passera' il corteo e' statoistituito il divieto di sosta e sono stati tolti i cassonettiper la raccolta dei rifiuti mentre alcune ambulanze sono statedislocate nei punti nevralgici del percorso. Sono oltre cento le associazioni, comitati e movimenti chehanno aderito all'iniziativa tra cui Progres, SardignaNatzione, Meris, Partito sardo d'Azione, Sel. Nel mirino degliorganizzatori soprattutto il nuovo calendario delleesercitazioni del 2015 che prevede un aumento della presenzadelle forze militari nei poligoni sardi. (AGI)Sol