Lingua blu: Regione Sardegna pronta a costituirsi parte civile

(AGI) - Cagliari, 15 lug. - La Regione Sardegna si costituira'parte civile nell'eventuale processo sul caso dei vaccinicontro la lingua blu che avrebbero causato la diffusione delvirus anziche' prevenirlo e che vede un'inchiesta della procuradi Roma con 41 indagati. Lo ha annunciato l'assessore regionaleall'Agricoltura, Elisabetta Falchi, che portera' la richiestain giunta assicurando che in caso di un rinvio a giudizio "laRegione stara' con piu' forza di prima dalla parte dei pastori,della parte offesa, di chi in questi anni ha visto decimate osterminate le proprie greggi". "In passato, contro l'epidemia, si e'

(AGI) - Cagliari, 15 lug. - La Regione Sardegna si costituira'parte civile nell'eventuale processo sul caso dei vaccinicontro la lingua blu che avrebbero causato la diffusione delvirus anziche' prevenirlo e che vede un'inchiesta della procuradi Roma con 41 indagati. Lo ha annunciato l'assessore regionaleall'Agricoltura, Elisabetta Falchi, che portera' la richiestain giunta assicurando che in caso di un rinvio a giudizio "laRegione stara' con piu' forza di prima dalla parte dei pastori,della parte offesa, di chi in questi anni ha visto decimate osterminate le proprie greggi". "In passato, contro l'epidemia, si e' sempre agito inmaniera estemporanea, comprando medicinali spesso con procedured'urgenza e senza avere il tempo di testarli in loco", hasottolineato l'esponente della Giunta Pigliaru che propone "uncambio di rotta radicale che parta dal mettere a sistema leAgenzie agricole, il settore sanitario e veterinario per unmonitoraggio costante sui territori". "Un lavoro che, se attivato per tempo, puo' permettere diriconoscere i sierotipi del virus e far testare in greggicampione i vaccini - ha spiegato Falchi -. Asl, Ara(Associazione regionale allevatori), Agris, Istitutozooprofilattico e gli altri attori del settore devonocomunicare bene tra loro per mettere in moto azioni dicoordinamento e governance, che in passato sono spesso stateassenti". Per valorizzare le tante eccellenze presenti in Sardegna,l'assessore ha proposto di coinvolgere nella ricerca e nellaproduzione di questi vaccini le universita' regionali:"Spendiamo tanti soldi e dobbiamo impedire che accadano questecose portando la nostra isola all'avanguardia nella ricerca enella cura. Siamo fra i primi che vengono colpiti dai virus chearrivano dall'Africa e perche' non dobbiamo essere i primi astudiarli e a proporre al resto dell'Europa gli antidoti?"(AGI)Sol