Ambiente: entra nel vivo bonifica area rione Tamburi di Taranto (3)

(AGI) - Taranto, 22 mar. - Sempre in materia di bonificadell'area di Taranto, Confindustria Taranto e Dipar (ilDistretto produttivo dell'ambiente che mette insieme 193imprese del settore) hanno firmato un accordo-convenzione colCnr. Obiettivi sono la tutela ambientale, la compatibilita'ambientale, la bonifica, il monitoraggio ambientale, nonche' lacreazione di spin off e di "smart technologies" applicateall'ambiente. La convenzione, spiega il presidente diConfindustria Taranto, Vincenzo Cesareo, "e' lo strumentooperativo sotto il quale far nascere attivita' che si occupinodi ambiente sfruttando le piu' avanzate e moderne tecnologie dasperimentare sul campo". Per Enrico Brugnoli, direttore

(AGI) - Taranto, 22 mar. - Sempre in materia di bonificadell'area di Taranto, Confindustria Taranto e Dipar (ilDistretto produttivo dell'ambiente che mette insieme 193imprese del settore) hanno firmato un accordo-convenzione colCnr. Obiettivi sono la tutela ambientale, la compatibilita'ambientale, la bonifica, il monitoraggio ambientale, nonche' lacreazione di spin off e di "smart technologies" applicateall'ambiente. La convenzione, spiega il presidente diConfindustria Taranto, Vincenzo Cesareo, "e' lo strumentooperativo sotto il quale far nascere attivita' che si occupinodi ambiente sfruttando le piu' avanzate e moderne tecnologie dasperimentare sul campo". Per Enrico Brugnoli, direttore delDipartimento Scienze del sistema terra e tecnologie perl'ambiente del Cnr, "la convezione e' finalizzata a stimolarel'industria tarantina a muoversi nell'ottica del monitoraggioambientale, delle bonifiche, dei contenuti ad alta tecnologia".Annunciato, infine, che nell'ambito della bonifica del MarPiccolo, una delle aree ritenute prioritarie, alcune imprese diTaranto, avvalendosi della ricerca del Cnr, hanno messo a puntosistemi alternativi di bonifica del terreno risultati anchecompetitivi sul piano economico. L'attivita' e' stata gia'testata, i risultati vengono ritenuti "soddisfacenti", e sitratta di bonificare le aree inquinate attraverso l'utilizzo diparticolari specie arboree (essenzialmente salici e pioppi),modificate geneticamemte ed in grado di demolire le molecolenocive o assorbire metalli pesanti. (AGI)Ta1/Pit