Autotrasporto: Marche, su crisi peso criminalita' e Tir stranieri

(AGI) - Pesaro, 10 lug. - Strette fra la concorrenza sleale deiTir stranieri e le infiltrazioni della criminalita'organizzata, le 4.648 imprese marchigiane dell'autotrasporto sitrovano ad affrontare una crisi gravissima, che - secondo laFita Cna regionale, ha portato alla chiusura di centinaia diattivita' e a migliaia di lavoratori licenziati o in cassaintegrazione. Secondo l'associazione, nel 2013 il fenomeno sie' ancora di piu' incrementato e non sembra rallentare, "comeconfermano i dati del primo trimestre del 2014". Per cercareun'uscita da questa situazione, la Fita Cna Marche ha fissato"tre punti ineludibili": corretto rispetto delle

(AGI) - Pesaro, 10 lug. - Strette fra la concorrenza sleale deiTir stranieri e le infiltrazioni della criminalita'organizzata, le 4.648 imprese marchigiane dell'autotrasporto sitrovano ad affrontare una crisi gravissima, che - secondo laFita Cna regionale, ha portato alla chiusura di centinaia diattivita' e a migliaia di lavoratori licenziati o in cassaintegrazione. Secondo l'associazione, nel 2013 il fenomeno sie' ancora di piu' incrementato e non sembra rallentare, "comeconfermano i dati del primo trimestre del 2014". Per cercareun'uscita da questa situazione, la Fita Cna Marche ha fissato"tre punti ineludibili": corretto rispetto delle regole sulcabotaggio, con possibilita' di bloccarlo per almeno sei mesi;lotta alle imprese illegali e l'impegno della committenza a nonutilizzare soggetti che violino le leggi ed i contratti dilavoro; rispetto della norma che prevede costi minimi per iservizi di autotrasporto. (AGI)Pu1/Sep