Tumori: Lorenzin al Cnao di Pavia, nel 2015 altre cure innovative (2)

(AGI) - Milano, 5 mar. - In Italia sono circa 3000 i pazientiche hanno bisogno di queste cure, ma, in attesa chel'adroterapia sia inserita definitivamente nei Livelliessenziali di assistenza (Lea), come chiesto dal ministroLorenzin, vi sono grandi difficolta' ad accedere alle cure: leterapie del Cnao sono riconosciute gratuitamente, all'internodel Sistema sanitario nazionale, solo dalle Regioni Lombardia eEmilia Romagna. I pazienti delle altre regioni, per accedere aitrattamenti, devono chiedere autorizzazione alle loro Asl conlunghe attese burocratiche. Al Cnao si curano 23 tipi di tumore che non hanno altrapossibile terapia, tra cui

(AGI) - Milano, 5 mar. - In Italia sono circa 3000 i pazientiche hanno bisogno di queste cure, ma, in attesa chel'adroterapia sia inserita definitivamente nei Livelliessenziali di assistenza (Lea), come chiesto dal ministroLorenzin, vi sono grandi difficolta' ad accedere alle cure: leterapie del Cnao sono riconosciute gratuitamente, all'internodel Sistema sanitario nazionale, solo dalle Regioni Lombardia eEmilia Romagna. I pazienti delle altre regioni, per accedere aitrattamenti, devono chiedere autorizzazione alle loro Asl conlunghe attese burocratiche. Al Cnao si curano 23 tipi di tumore che non hanno altrapossibile terapia, tra cui le forme piu' aggressive di tumoricome quello al pancreas, al fegato, alla prostata e i tumoriossei. In occasione della visita del ministro il direttorescientifico del Cnao, Roberto Orecchia, ha annunciato l'avviodi nuove applicazioni di questa innovativa terapia: prestopotranno essere trattati anche i melanomi oculari, i tumori alpolmone e i tumori pediatrici, in particolare quelli ossei. Ildirettore scientifico del Cnao, Roberto Orecchia ha commentato:"Con l'adroterapia riusciamo a distruggere i tumori resistentialla radioterapia e impossibili da operare, grazie a fasci diparticelle subatomiche che colpiscono i tessuti malati in modomirato, preservando quelli sani e riducendo cosi' in modoconsiderevole gli effetti collaterali. Entro il 2015introdurremo nuove terapie per i melanomi oculari, i tumori alpolmone e i tumori pediatrici, in particolare quelli ossei e itumori di grandi dimensioni che colpiscono l'addome". (AGI) Red/Dan (Segue)