Tangenti: gip, tenore vita troppo alto per dipendenti pubblici

(AGI) - Milano, 29 set. - Quello mantenuto dai due funzionaridel Comune di Milano "e' un tenore di vita non adeguato inquanto piu' elevato delle loro condizioni reddituali". Loscrive il gip di Milano nell'ordinanza di custodia cautelare acarico, tra gli altri, di Giuseppe Amoroso e Angelo Russo."Russo dopo la separazione dalla moglie - scrive il gip - hapreso in locazione un appartamento che comporta un oneremensile di 1400 euro; Amoroso ha acquistato tra il 2013 e il2014 due automobili e una motocicletta e ha cambiato casa". "Diconverso - aggiunge - Professione

(AGI) - Milano, 29 set. - Quello mantenuto dai due funzionaridel Comune di Milano "e' un tenore di vita non adeguato inquanto piu' elevato delle loro condizioni reddituali". Loscrive il gip di Milano nell'ordinanza di custodia cautelare acarico, tra gli altri, di Giuseppe Amoroso e Angelo Russo."Russo dopo la separazione dalla moglie - scrive il gip - hapreso in locazione un appartamento che comporta un oneremensile di 1400 euro; Amoroso ha acquistato tra il 2013 e il2014 due automobili e una motocicletta e ha cambiato casa". "Diconverso - aggiunge - Professione Edilizia continua adacquisire appalti pubblici". "I fatti - reato contestati -spiega il gip - non sono recenti, ma e' stata fondatamentecontestata la partecipazione degli indagati a un'associazione adelinquere, un delitto il cui carattere costitutivo e' il suoesistere nel tempo senza limiti di durata". Per questo, secondoil magistrato, esistono i pericoli sia di recidiva che diinquinamento probatorio. Dagli atti dell'indagine emerge ancheche l'ex dirigente del Comune Luigi Mario Grillone, arrestatooggi, avrebbe chiesto una serie di "utilita'" ad unimprenditore, tra cui 5 mila euro al mese per sua madre e"l'acquisto in leasing di una Porsche", per sbloccare alcunisuoi crediti. L'indagine e' nata dalla denuncia presentata il24 settembre 2010 dall'imprenditore edile Giuseppe Squillaciotiche avrebbe vantato dei crediti con la Romeo Gestioni spa,societa' che gestiva "parte del patrimonio immobiliare delComune di Milano". Per sbloccare questi "pagamenti" si sarebberivolto a Grillone, il quale avrebbe "imposto una serie dicondizioni" molto severe tra cui la "corresponsione di unemolumento mensile" alla madre di Grillone, l'assunzione di uncollaboratore e anche di suo fratello architetto presso la suasocieta'". Per il fratello di Grillone l'imprenditore avrebbedovuto versare 5mila euro mensili piu' l'utilizzo "di untelefonino, di un pc portatile e di un'autovettura". E ancora:avrebbe dovuto acquistare in leasing una Porsche con tanto ditelepass e un "televisore Lcd" ed effettuare lavori diristrutturazione in una casa di Grillone e in un'altra di suamadre, oltre a dare "un contributo di 50mila euro" perl'acquisto di una barca. (AGI)Mi2/Car