Scala: Chailly esegue Schumann con la Filarmonica e Radu Lupu

(AGI) - Milano, 4 giu. - Riccardo Chailly esegue Schumann con la Filarmonica del...

(AGI) - Milano, 4 giu. - Riccardo Chailly esegue Schumann con la Filarmonica della Scala e il grande pianista Radu Lupu. Appuntamento di quelli da segnare in agenda: l'8, 9 e 11 giugno. Il direttore principale del Piermarini porta alla Scala la sua passione per Robert Schumann, cui dedica un programma monografico che propone le orchestrazioni di Gustav Mahler, oltre a segnare il ritorno di Radu Lupu nel Concerto in la minore, uno dei suoi cavalli di battaglia. Il programma impagina l'Ouverture op.15 dalla musica di scena per il Manfred di Byron accanto al Concerto in la minore per pianoforte e orchestra op. 54 e la Sinfonia n. 2 in do maggiore op. 61. Si tratta di alcune delle pagine piu' caratteristiche e significative del rapporto complesso e conflittuale che Schumann intrattenne con la forma per grande orchestra, somma ambizione ma anche suo tallone d'Achille secondo i contemporanei. La posterita' ha dimostrato invece che le sue intuizioni portavano il germe della modernita': l'Ouverture del Manfred, nella revisione di Mahler, da una partitura gia' in possesso di Claudio Abbado, e' gia' un poema sinfonico in nuce. Manfred e' in forma di melologo (15 pezzi vocali-strumentali e l'Ouverture) e fu eseguito la prima volta sotto la direzione di Liszt a Weimar nel giugno 1852. Molto diverso, anche se risalente al "nero" 1845, e' invece il Concerto op. 54, forse il lavoro piu' noto ed eseguito di Schumann. Come la Quarta Sinfonia, esso e' concepito inizialmente (nel 1841) come una Fantasia per pianoforte e orchestra in un movimento unico. Ma al momento di presentarlo al pubblico (nel 1845) il compositore preferi' completare la forma nei classici tre movimenti. I tre concerti schumanniani per la Stagione del Teatro inaugurano un periodo denso di appuntamenti sinfonici per Riccardo Chailly che, concluso dopo undici anni l'impegno con il Gewandhaus di Lipsia, moltiplica gli appuntamenti con i musicisti scaligeri a Milano e in Europa. Il 12 giugno torna il Concerto per Milano, il grande appuntamento in piazza Duomo con la Filarmonica e Martha Argerich, mentre il 12 agosto Chailly si insediera' come successore di Abbado a Lucerna. E da fine agosto inizia la tournee internazionale con la Filarmonica. (AGI)
Cre