Lombardia: Maroni, non solo fabbriche, siamo primi in agricoltura

(AGI) - Milano, 26 set. - Valorizzare, difendere, promuovere efar conoscere le "straordinarie ricchezze" dei nostriterritori. Un obiettivo della regione Lombardia, ribadito dal presidente Roberto Maroni durante la cerimonia di inaugurazionedell'edizione 2015 de 'Le forme del gusto', il festival delleeccellenze agroalimentari del Lodigiano. Maroni ha ricordato che la Lombardia non e' solo "capannonie industrie", ma e' anche e soprattutto la prima regioneagricola d'Italia, "con oltre 60mila imprese del settore, il20% del prodotto agroalimentare italiano, una capacita' diproduzione per ettaro superiore a quella di qualsiasi regionedel Paese e decine di prodotti tipici

(AGI) - Milano, 26 set. - Valorizzare, difendere, promuovere efar conoscere le "straordinarie ricchezze" dei nostriterritori. Un obiettivo della regione Lombardia, ribadito dal presidente Roberto Maroni durante la cerimonia di inaugurazionedell'edizione 2015 de 'Le forme del gusto', il festival delleeccellenze agroalimentari del Lodigiano. Maroni ha ricordato che la Lombardia non e' solo "capannonie industrie", ma e' anche e soprattutto la prima regioneagricola d'Italia, "con oltre 60mila imprese del settore, il20% del prodotto agroalimentare italiano, una capacita' diproduzione per ettaro superiore a quella di qualsiasi regionedel Paese e decine di prodotti tipici di altissima qualita',che meritano di essere conosciuti piu' di quanto gia' nonsiano. Una vocazione" - ha aggiunto - "che noi intendiamotutelare. Per questo abbiamo varato una legge regionale controil consumo di suolo, che obbliga i Comuni a recuperare le areeindustriali dismesse prima di rendere edificabile un terrenoagricolo. Siamo la prima Regione a fare una norma che va inquesta direzione". Maroni ha inoltre ricordato la recente approvazione del Psr(Piano di sviluppo rurale) attraverso il quale sono state messerisorse importanti per il settore: si tratta "di cifredavvero significative: 1,16 miliardi di euro (fra fondicomunitari, statali e di Regione Lombardia) per il periodo2014/2020, con un incremento del 13% rispetto al Psr 2007-2013. Soldi a disposizione degli imprenditori agricoli lombardiperinterventi importanti, come rafforzare la competitivita' versoiconcorrenti stranieri, migliorare la redditivita' delle aziendee la filiera delle produzioni alimentari". (AGI)Red/Dan