Immigrati: viaggio con 'cacciatore scafisti',reportage in libreria

(AGI) - Milano, 26 giu. - In viaggio col 'cacciatore discafisti' e il suo inseparabile interprete marocchino percapire un'emergenza umanitaria che ormai ha "assunto quasi itratti di una guerra". E' il reportage di Cristina Giudici('Mare Monstrum, Mare nostrum. Migranti, scafisti, trafficanti.Cronache dalla lotta all'immigrazione clandestina', Utet, pp160, 14 euro), giornalista per 'Il Foglio', 'Grazia', 'ilvenerdi' di 'Repubblica' e 'Linkiesta'. Il libro - nellelibrerie da martedi' - nasce da un sopralluogo sul territorio,sulla costa orientale della Sicilia, tra Catania, Ragusa eSiracusa, condotto in compagnia del responsabile del gruppointerforze di contrasto

(AGI) - Milano, 26 giu. - In viaggio col 'cacciatore discafisti' e il suo inseparabile interprete marocchino percapire un'emergenza umanitaria che ormai ha "assunto quasi itratti di una guerra". E' il reportage di Cristina Giudici('Mare Monstrum, Mare nostrum. Migranti, scafisti, trafficanti.Cronache dalla lotta all'immigrazione clandestina', Utet, pp160, 14 euro), giornalista per 'Il Foglio', 'Grazia', 'ilvenerdi' di 'Repubblica' e 'Linkiesta'. Il libro - nellelibrerie da martedi' - nasce da un sopralluogo sul territorio,sulla costa orientale della Sicilia, tra Catania, Ragusa eSiracusa, condotto in compagnia del responsabile del gruppointerforze di contrasto all'immigrazione clandestina, ilsostituto commissario, Carlo Parini, e il suo interprete,l'"estroso detective kebabbaro" Aziz. L'obiettivo di Giudici e'cercare di ricostruire il "modus operandi dei trafficanti",oltre a narrare le "storie dei carnefici e delle vittimedell'immigrazione clandestina, attraverso i ricordi, levittorie e le sconfitte di chi ogni giorno lotta in primalinea". E rendere al lettore tutto cio' che "ogni giorno nonvediamo", nascosto dietro cronache che ormai ci sembrano tutte"assomigliarsi"; ovvero spiegare "cosa succede dopo isalvataggi" e rendere testimonianza degli "atti di eroismo deimilitari della marina e della guardia costiera che tentano disottrarre i migranti al mare a alla morte". (AGI)Fed

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it