Crisi: operai Marcegaglia protestano su tetto azienda a Milano

(AGI) - Milano, 1 lug. - Sei dipendenti della MarcegagliaBuildtech sono saliti sul tetto dello stabilimento di vialeSarca a Milano, per protestare contro "il mancato rispettodell'accordo che l'azienda ha sottoscritto con i sindacati nelgiugno 2014". A renderlo noto sono Cisl e Cgil. I lavoratorisono saliti sul tetto attorno alle 5.30 di questa mattina. Neiloro comunicati, i due sindacati hanno ricordato come l'accordocon l'azienda prevedesse il trasferimento a Pozzolo Formigaro,in provincia di Alessandria, dell'attivita' produttiva e deidipendenti dello stabilimento milanese. I lavoratori che nonaccettavano il trasferimento potevano scegliere o gli"incentivi"

(AGI) - Milano, 1 lug. - Sei dipendenti della MarcegagliaBuildtech sono saliti sul tetto dello stabilimento di vialeSarca a Milano, per protestare contro "il mancato rispettodell'accordo che l'azienda ha sottoscritto con i sindacati nelgiugno 2014". A renderlo noto sono Cisl e Cgil. I lavoratorisono saliti sul tetto attorno alle 5.30 di questa mattina. Neiloro comunicati, i due sindacati hanno ricordato come l'accordocon l'azienda prevedesse il trasferimento a Pozzolo Formigaro,in provincia di Alessandria, dell'attivita' produttiva e deidipendenti dello stabilimento milanese. I lavoratori che nonaccettavano il trasferimento potevano scegliere o gli"incentivi" per la mobilita' volontaria oppure "l'aperturadella cassa integrazione per due anni e la possibilita' diessere collocati negli altri stabilimenti del gruppo a Milano,Lecco e Bergamo". I dipendenti che protestano sul tetto,spiegano i sindacati, sono tra quelli che hanno rifiutato iltrasferimento "ma ora, con la nuova normativa varata dalgoverno, perderanno il secondo anno di cassa integrazione percessata attivita'". Per questo motivo "hanno dichiarato lapropria disponibilita' al trasferimento" a Pozzolo Formigaro,"ma ora l'azienda nega l'incentivo economico". Gli operaisaliti sul tetto chiedono all'azienda di riaprire la trattativae alle 17.30 e' stato "convocato d'urgenza" un incontro inPrefettura a Milano. "Un primo incontro - sottolinea GiuseppeMansolillo, segretario generale Fim Cisl Milano - dovevatenersi, sempre oggi, alle 12.45, ma l'azienda non si e'presentata". (AGI)Mi4

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it