Confcommercio: Sangalli, segnali risveglio settore arredamento

(AGI) - Milano, 30 giu. - Le imprese del settoredell'arredamento "hanno sofferto molto per la crisi delladomanda degli ultimi anni: dal 2007 ad oggi, infatti, lacontrazione dei consumi in questo comparto e' stata di circa il30% e anche nel 2014, anno in cui la spesa delle famiglie haregistrato un modesto aumento, il settore dell'arredamento hamostrato una diminuzione dei consumi di un certo rilievo, parial 2,4%". E' quanto ha ricordato il presidente diConfcommercio, Carlo Sangalli, presentando la quinta guidadella collana 'Le Bussole', dedicata agli aspetti pratici eoperativi per una efficace gestione

(AGI) - Milano, 30 giu. - Le imprese del settoredell'arredamento "hanno sofferto molto per la crisi delladomanda degli ultimi anni: dal 2007 ad oggi, infatti, lacontrazione dei consumi in questo comparto e' stata di circa il30% e anche nel 2014, anno in cui la spesa delle famiglie haregistrato un modesto aumento, il settore dell'arredamento hamostrato una diminuzione dei consumi di un certo rilievo, parial 2,4%". E' quanto ha ricordato il presidente diConfcommercio, Carlo Sangalli, presentando la quinta guidadella collana 'Le Bussole', dedicata agli aspetti pratici eoperativi per una efficace gestione di un negozio diarredamento. "Nei primi tre mesi di quest'anno, tuttavia, siregistra qualche segnale di risveglio anche se ancoracircoscritto alle imprese di maggiore dimensione", ha aggiuntoSangalli. "L'innovazione rappresenta un fattore disopravvivenza, di competitivita', e, in prospettiva, dicrescita per le imprese e per il Paese - ha concluso -. Perquesto deve essere sostenuta con tutti i mezzi a disposizione.Noi, come Confcommercio, continueremo ad impegnarcicontribuendo alle azioni e ai programmi che il governo portera'avanti su questo terreno". (AGI)Red/Fed

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it