Corte Conti: Procuratore, ok rendiconto Regione ma con esclusioni

(AGI) - Genova, 18 lug. - Il procuratore della Corte dei Contidella Liguria Ermete Bogetti ha chiesto alla Sezione diControllo di 'parificare' il rendiconto della Regione Liguriadell'esercizio 2013, ma con l'esclusione dei residui attivi percirca 91 milioni di euro e dell'operazione di cartolarizzazionedegli immobili ceduti ad Arte per 103 milioni di euro. Secondoil procuratore, queste due voci dovrebbero essere iscritte trale passivita' nel bilancio della Regione, con un conseguenteaumento dell'indebitamento. Bogetti ha poi evidenziato che iflussi attivi dei 'contratti derivati' stipulati dalla Regionecon Merill Lynch International Bank e con Nomura

(AGI) - Genova, 18 lug. - Il procuratore della Corte dei Contidella Liguria Ermete Bogetti ha chiesto alla Sezione diControllo di 'parificare' il rendiconto della Regione Liguriadell'esercizio 2013, ma con l'esclusione dei residui attivi percirca 91 milioni di euro e dell'operazione di cartolarizzazionedegli immobili ceduti ad Arte per 103 milioni di euro. Secondoil procuratore, queste due voci dovrebbero essere iscritte trale passivita' nel bilancio della Regione, con un conseguenteaumento dell'indebitamento. Bogetti ha poi evidenziato che iflussi attivi dei 'contratti derivati' stipulati dalla Regionecon Merill Lynch International Bank e con Nomura Bank per 65,4milioni di euro debbano essere considetati come risorsa nonutilizzabile per le spese correnti ripetitive. E' risultatoconforme, secondo la procura della Corte dei Conti, il bilancioin tutte le altre sue voci. La pronuncia definitiva dellaSezione di Controllo della Corte dei Conti, ora riunita inCamera di consiglio, e' attesa nel pomeriggio. (AGI)Ge2/Sep