Viabilita': aperto a traffico 3° lotto variante Sr 352 "di Grado"

(AGI) - Cervignano del Friuli, 23 feb. - "La Regione e' moltoimpegnata sul versante della realizzazione delleinfrastrutture, consapevole che un sistema viario efficiente e'fondamentale per l'economia e la qualita' della vita. Spostareil traffico, soprattutto pesante, dai centri abitati consenteinfatti di migliorare l'ambiente di chi vive e lavora da unlato e favorire la mobilita' delle merci riducendo tempi dipercorrenza e aumentando la sicurezza dall'altro". Lo ha dettol'assessore regionale ai Trasporti, Mariagrazia Santoro,inaugurando il nuovo tratto di Strada regionale che da ViaCaju' a Cervignano del Friuli raggiunge Terzo d Aquileia. "Unintervento

(AGI) - Cervignano del Friuli, 23 feb. - "La Regione e' moltoimpegnata sul versante della realizzazione delleinfrastrutture, consapevole che un sistema viario efficiente e'fondamentale per l'economia e la qualita' della vita. Spostareil traffico, soprattutto pesante, dai centri abitati consenteinfatti di migliorare l'ambiente di chi vive e lavora da unlato e favorire la mobilita' delle merci riducendo tempi dipercorrenza e aumentando la sicurezza dall'altro". Lo ha dettol'assessore regionale ai Trasporti, Mariagrazia Santoro,inaugurando il nuovo tratto di Strada regionale che da ViaCaju' a Cervignano del Friuli raggiunge Terzo d Aquileia. "Unintervento - ha sottolineato l'assessore - realizzato daAutovie Venete e preso in carico da FvgStrade, a conferma dellasinergia fra realta' regionali che sono un punto di riferimentonell'ambito della viabilita'". Il tratto rappresenta uno deitasselli della variante alla Strada regionale 352 "di Grado"che, partendo da Strassoldo arriva fino a Terzo d'Aquileia,evitando cosi' l'attraversamento dei centri abitati.Complessivamente sono 10 chilometri suddivisi in tre lotti. Ilterzo lotto e' stato costruito in un anno e mezzo di lavori eha comportato un investimento di 7 milioni di euro, di cui 3,6milioni per le opere, 1,4 milioni a copertura degli espropri eulteriori 80mila euro per la risoluzione delle interferenze.(AGI)Ts1/Vic