Riforme: Petriccioli (Cisl), positive e le appoggiamo

(AGI) - Trieste, 23 giu. - La proposta di cambiamento messa incampo dal governo Renzi sulle riforme istituzionali "per noi e'positiva, l'abbiamo appoggiata, perche' elimina la doppialettura per ogni legge tra Senato e Camera, elimina il voto difiducia da parte del Senato e soprattutto con la riforma delTitolo V crea una condizione per cui finalmente viene meno quelcontenzioso con la Corte Costituzionale che impugna le leggiche le regioni fanno". Lo ha detto il segretario confederaleCisl Maurizio Petriccioli a margine di una tavola rotonda aTrieste. "Quindi direi - ha aggiunto - che

(AGI) - Trieste, 23 giu. - La proposta di cambiamento messa incampo dal governo Renzi sulle riforme istituzionali "per noi e'positiva, l'abbiamo appoggiata, perche' elimina la doppialettura per ogni legge tra Senato e Camera, elimina il voto difiducia da parte del Senato e soprattutto con la riforma delTitolo V crea una condizione per cui finalmente viene meno quelcontenzioso con la Corte Costituzionale che impugna le leggiche le regioni fanno". Lo ha detto il segretario confederaleCisl Maurizio Petriccioli a margine di una tavola rotonda aTrieste. "Quindi direi - ha aggiunto - che siamo d'accordo subuona parte del merito di questa riforma e siamo soprattuttoconvinti che cosi' come il paese sia cambiato e' necessario cheanche le istituzioni cambino. Perche' la condizione per uncambiamento forte del paese induce anche le istituzioni a farealtrettanto". (AGI) Ts1/Bru