Finanze: Peroni, "Fitch sbaglia su downgrade Mediocredito FVG"

(AGI) - Trieste, 17 mar. - "La notizia della riduzione delrating Fitch a Banca Mediocredito FVG giunge francamenteinattesa, soprattutto alla luce dei dati di andamentorecentemente resi noti dai vertici dell'istituto, in occasionedella presentazione in Consiglio regionale del preconsuntivo2014, da parte della presidente Cristiana Compagno". Lo haaffermato l'assessore del Friuli Venezia Giulia alle FinanzeFrancesco Peroni. I dati, secondo Peroni, "attestano unpercorso virtuoso di risanamento in atto, reso evidente dalprogressivo ridursi delle perdite e dall'incremento dellamarginalita' economica. Dati cosi' inoppugnabili - ha aggiuntol'assessore - da essere riconosciuti persino dalla Fitch,laddove

(AGI) - Trieste, 17 mar. - "La notizia della riduzione delrating Fitch a Banca Mediocredito FVG giunge francamenteinattesa, soprattutto alla luce dei dati di andamentorecentemente resi noti dai vertici dell'istituto, in occasionedella presentazione in Consiglio regionale del preconsuntivo2014, da parte della presidente Cristiana Compagno". Lo haaffermato l'assessore del Friuli Venezia Giulia alle FinanzeFrancesco Peroni. I dati, secondo Peroni, "attestano unpercorso virtuoso di risanamento in atto, reso evidente dalprogressivo ridursi delle perdite e dall'incremento dellamarginalita' economica. Dati cosi' inoppugnabili - ha aggiuntol'assessore - da essere riconosciuti persino dalla Fitch,laddove ha elevato il cosiddetto outlook di Mediocredito da'negativo' a 'stabile'". Confermando "la piena fiducia nell'operato della governancedi Mediocredito", Peroni ha sostenuto che Fitch "sbagliaclamorosamente giustificando la propria valutazione sulla basedi norme europee che non hanno nulla a che vedere con lapartecipazione della Regione come socio (per il tramite di McFinanziaria) di Mediocredito. In particolare, Fitch - secondoquanto ha rilevato Peroni - fa erroneamente perno sulle recentinorme comunitarie che vietato gli interventi pubblici asalvataggio delle banche in crisi, perdendo di vista ilcarattere del tutto diverso del rapporto che lega la Regionealla banca: l'esserne cioe' socia, con tutto quanto ne derivain termini di diritto/dovere della Regione di intervenire atutela del proprio patrimonio". (AGI) Ts2/Bru