Cyberattacco a computer Procura Udine, nuova versione CryptOLOcker

(AGI) - Udine, 11 giu. - Il 'Crypt0L0cker', un ransomwareutilizzato gia' da tempo dagli hacker per criptare i dati deicomputer di professionisti e aziende, ha messo sotto attaccoanche i domini e-mail della giustizia. Il virus ha colpito inquesti giorni i pc di almeno un paio di magistrati dellaProcura di Udine. Si presentano come un messaggio e-mailriferibile a un annuncio di giacenza presso un corriere postaledi un pacco o di una missiva. Ma cliccando sul link allegato,il virus cripta tutti i file del computer. L'attacco hacker sie' diffuso con particolare frequenza negli

(AGI) - Udine, 11 giu. - Il 'Crypt0L0cker', un ransomwareutilizzato gia' da tempo dagli hacker per criptare i dati deicomputer di professionisti e aziende, ha messo sotto attaccoanche i domini e-mail della giustizia. Il virus ha colpito inquesti giorni i pc di almeno un paio di magistrati dellaProcura di Udine. Si presentano come un messaggio e-mailriferibile a un annuncio di giacenza presso un corriere postaledi un pacco o di una missiva. Ma cliccando sul link allegato,il virus cripta tutti i file del computer. L'attacco hacker sie' diffuso con particolare frequenza negli ultimi giorni, tantoda indurre la Direzione generale per i sistemi informativiautomatizzati del ministero della Giustizia a lanciare a tuttigli utenti con account nel dominio @giustizia.it, un avvisoimportante sulla diffusione del malaware con le raccomandazioniinerenti il servizio di posta elettronica. Cliccando sul linkinserito nella mail, spiegano gli esperti informatici, si avvial'esecuzione in locale di un programma che procede allacifratura dei files presenti sul disco e nelle cartellecondivise tramite la rete locale dell'ufficio, in genere quellirelativi a documenti o contenuti multimediali, rendendoliinaccessibili'. Per ottenere le chiavi per decrittare i filegli hacker chiedono il pagamento di un "riscatto". Il pagamentoe' ovviamente sconsigliato e non garantisce il recupero ditutti i file cifrati. Gli esperti informatici degli ufficigiudiziari di Udine sono al lavoro per recuperare per quantopossibile i file, salvati nelle copie di backup. (AGI)Ts1/Vic