Bankitalia: 2014, aumentano turisti stranieri in Fvg (+1, 4%)

(AGI) ? Trieste, 11 mar. - Nel 2014 la spesa dei viaggiatoristranieri in Friuli Venezia Giulia ammonta a 842 milioni dieuro, 12 in più (+1,4%) del 2013, una prima ripresa dopo annibui: nel 2010 entravano su quel fronte 1.023 milioni, 181 inpiù. I dati, basati su un?indagine campionaria di Bancad?Italia, sono stati rielaborati dal ricercatore dell?Ires FvgAlessandro Russo. «Il buon risultato 2014 ? commenta Russo ? èstato ottenuto nonostante l?andamento della stagione estiva,condizionata dalle avverse condizioni climatiche; fino agiugno, infatti, la crescita rispetto ai primi sei mesi del2013 era del

(AGI) ? Trieste, 11 mar. - Nel 2014 la spesa dei viaggiatoristranieri in Friuli Venezia Giulia ammonta a 842 milioni dieuro, 12 in più (+1,4%) del 2013, una prima ripresa dopo annibui: nel 2010 entravano su quel fronte 1.023 milioni, 181 inpiù. I dati, basati su un?indagine campionaria di Bancad?Italia, sono stati rielaborati dal ricercatore dell?Ires FvgAlessandro Russo. «Il buon risultato 2014 ? commenta Russo ? èstato ottenuto nonostante l?andamento della stagione estiva,condizionata dalle avverse condizioni climatiche; fino agiugno, infatti, la crescita rispetto ai primi sei mesi del2013 era del 6,1%». In sintesi Udine è traino, mentre Goriziacrolla. Il capoluogo friulano si trova al 20/o posto tra leprovince italiane, è in testa con 360 milioni di euro (45milioni in più del 2013, +14,3%), quindi Trieste con 270milioni (ma una perdita di 2 milioni rispetto al 2013), Gorizia(154 milioni, 32 in meno dell?anno precedente, comprendendonaturalmente anche Grado) e Pordenone (58 milioni, erano 57 nel2013). Il risultato positivo della provincia di Udine ha fattoda traino al Friuli Venezia Giulia (all?11/o posto tra leregioni). A livello italiano i viaggiatori stranieri hannospeso l?anno scorso 34,1 miliardi di euro (+3,3% sul 2013).Quasi la metà delle entrate provengono da turisti di solicinque paesi: Germania (15%), Usa (11,9%), Francia (9,5%),Regno Unito (7,6%) e Svizzera (6,7%). Quanto alle destinazioni,la metà della spesa dei viaggiatori stranieri si concentra insei province: Roma (17,5%), Milano (9,1%), Venezia (7,9%),Firenze (6,8%), Verona (3,5%) e Napoli (3,4%). In crescita sonoanche le spese degli italiani all?estero: 21,4 miliardi(+5,6%). La bilancia dei pagamenti turistici ? comprendendoanche gli spostamenti per motivi di lavoro, inclusi quelli deilavoratori stagionali e frontalieri (ma sono escluse le speseper il trasporto internazionale) ? ha pertanto registrato unavanzo di 12,7 miliardi, in lieve calo (una quarantina dimilioni) rispetto al 2013. Trend in controtendenza, sul fronteestero, per le spese dei viaggiatori del Friuli Venezia Giulia,diminuite dal 2013 al 2014 da 745 a 677 milioni di euro,complice evidentemente la crisi; il risultato finale per lanostra regione è comunque un avanzo nella bilancia deipagamenti turistica (842 milioni incassati, 677 spesi) di 165milioni. Infine, dice Russo, «si può osservare che nel 2014non solo è aumentata la spesa dei viaggiatori stranieri inFriuli Venezia Giulia, ma sono in crescita anche il numerototale di viaggiatori (quasi 9 milioni, +9,6%) e il numero dipernottamenti, ossia le presenze (+1,1%)?. (AGI)