Truffe: 'patenti facili' per tir, 2mila euro per corsi 'fantasma'

(AGI) - Caserta, 3 nov. - Pagavano duemila euro, anziche' itrecento euro delle normali tariffe, per ottenere la patenteCQC per la guida di mezzi pesanti, sia per il trasporto di coseche di persone, senza frequentare alcun corso specifico, comeinvece previsto dalla legge. E' quanto hanno scoperto gliagenti della Polstrada di Caserta durante l'indagine che haportato al sequestro di 150 patenti conseguite con corsi'fantasma' e 15 richieste di rinvio a giudizio dalla procura diSanta Maria Capua Vetere per titolari di scuola guida che fannoparte del Consorzio A.T.L di San Nicola la Strada

(AGI) - Caserta, 3 nov. - Pagavano duemila euro, anziche' itrecento euro delle normali tariffe, per ottenere la patenteCQC per la guida di mezzi pesanti, sia per il trasporto di coseche di persone, senza frequentare alcun corso specifico, comeinvece previsto dalla legge. E' quanto hanno scoperto gliagenti della Polstrada di Caserta durante l'indagine che haportato al sequestro di 150 patenti conseguite con corsi'fantasma' e 15 richieste di rinvio a giudizio dalla procura diSanta Maria Capua Vetere per titolari di scuola guida che fannoparte del Consorzio A.T.L di San Nicola la Strada , cui fannocapo 21 autoscuole. A insospettire gli agenti e' stato il fattoche molte persone del Nord Italia si iscrivevano a San Nicolaper conseguire la patente CQC. Mantova, Varese, Cuneo, Torino,Reggio Emilia, Bolzano, Venezia sono solo alcune delle citta'di provenienza degli aspiranti autotrasportatori. Coinvoltititolari di scuole guida a Caserta, Mondragone e la stessa SanNicola la Strada. L'indagine ha permesso di accertare che siera creata una rete anche tra gli autotrasportatori gia'professionisti che si rivolgevano al Consorzio per il rinnovodella patente senza frequentare i corsi. Ad alterare i registridelle presenze anche alcuni medici, ricompensati come docentidei corsi finti. (AGI)Ce2/Lil