Sud: Confindustria, cinque proposte "a costo zero" per sviluppo

(AGI) - Catanzaro, 14 giu. - Cinque proposte, "a titolo d'esempio"ed a "costo ze...

(AGI) - Catanzaro, 14 giu. - Cinque proposte, "a titolo d'esempio"ed a "costo zero", su come si possa puntare sullo sviluppo. Sono quelle avanzate da Natale Mazzuca, presidente Unindustria Calabria e presidente del Comitato Mezzogiorno di Confindustria nazionale, nel corso dell'assemblea regionale dell'associazione che si e' svolta oggi a Catanzaro alla presenza del presidente Vincenzo Boccia.
"Dopo anni di misure restrittive e di austerita' senza crescita - ha detto Mazzuca - e' indispensabile che chi governa sappia coniugare il necessario rigore finanziario dei conti pubblici con provvedimenti rivolti allo sviluppo". In questa direzione ha avanzato cinque proposte: "Rendere strutturale la flessibilita' del patto di stabilita' per gli investimenti"; "rivdere le modalita' di calcolo del credito d'imposta per acquisti in impianti e macchinari, rafforzandone l'intensita' ed intervenendo in senso estensivo sulle possibilita' di cumulo"; "una seria e selettiva revisione della spesa pubblica"; "una forte riduzione del cuneo fiscale per abbattere il costo del lavoro ed aumentare i salari reali"; "una politica della ricerca, dell'alta formazione e dell'innovazione maggiormente attenta alle esigenze delle imprese ed in linea con i canoni di una moderna politica istituzionale".
Secondo Mazzuca, "il Mezzogiorno attraverso le politiche ordinarie riceve meno risorse, e spesso di minore qualita', rispetto a quelle che potenzialmente gli spetterebbero". (AGI)
Cz1/Bru