Calabria IT: Gallo (Udc), stanno sfasciando societa'

(AGI) - Catanzaro, 24 giu. - "Calabria IT sta per esseresfasciata". Lo denuncia il consigliere regionale GianlucaGallo. A far suonare l'allarme, l'imminente esecutivita' deilicenziamenti dei 131 dipendenti, messi alla porta, ricordaGallo, "sebbene il Consiglio regionale, in fase di riformadegli enti subregionali, avesse fissato con legge approvataall'unanimita' un chiaro indirizzo: procedere alla definizionedi un piano industriale di salvaguardia dei livellioccupazionali. Ovvero l'esatto contrario di quanto sta inveceaccadendo". "Tra qualche giorno, nonostante le proteste ed iripetuti interventi in sede istituzionale e giudiziaria, ilavoratori - sottolinea Gallo - perderanno il posto. Vane

(AGI) - Catanzaro, 24 giu. - "Calabria IT sta per esseresfasciata". Lo denuncia il consigliere regionale GianlucaGallo. A far suonare l'allarme, l'imminente esecutivita' deilicenziamenti dei 131 dipendenti, messi alla porta, ricordaGallo, "sebbene il Consiglio regionale, in fase di riformadegli enti subregionali, avesse fissato con legge approvataall'unanimita' un chiaro indirizzo: procedere alla definizionedi un piano industriale di salvaguardia dei livellioccupazionali. Ovvero l'esatto contrario di quanto sta inveceaccadendo". "Tra qualche giorno, nonostante le proteste ed iripetuti interventi in sede istituzionale e giudiziaria, ilavoratori - sottolinea Gallo - perderanno il posto. Vane sonostate le richieste e gli inviti, ripetutamente formulati negliultimi mesi, ad intraprendere un cammino istituzionale checonsentisse di rispettare un indirizzo politico e normativoinequivocabile. E' innegabile, al riguardo, il fallimento delmanagement di Fincalabra, che ha concluso il suo mandato inmaniera ingloriosa e con risultati talmente negativi da nonaver bisogno di ulteriori commenti. E' tuttavia necessario chela Giunta regionale individui e adotti con urgenza le soluzioniidonee a garantire il rispetto dello Stato di diritto, perimpedire un'ondata di licenziamenti e la messa in liquidazionedella societa'. E cio' non solo per sottrarre alla trappolamortale della disoccupazione decine di lavoratori e le lorofamiglie, anche a tutela di un prezioso patrimonio diconoscenze e competenze". Conclude l'esponente Udc: "Daremobattaglia, fino alla fine, in ogni sede e con tutti glistrumenti disponibili e, se necessario, anche davantiall'autorita' giudiziaria. La Calabria e i calabresi nonmeritano un oltraggio del genere, consumato in spregioall'intelligenza, alla logica ed al diritto al lavoro di unaterra che di lavoro e' affamata e che rischia di perdere anchequel poco che ha, in aperta violazione di legge". (AGI)Adv