Valagro presenta il Sustainability Report 2013-2016

(AGI) - Atessa (Chieti), 18 ott. - Valagro, azienda globale leader nella produzi...

(AGI) - Atessa (Chieti), 18 ott. - Valagro, azienda globale leader nella produzione e commercializzazione di biostimolanti e specialita' nutrizionali con sede ad Atessa, ha lanciato oggi il Sustainability Report per il triennio 2013-2016. Per questa sesta edizione del bilancio socio-ambientale Valagro ha scelto di puntare al mondo del web, attraverso la creazione di un sito dedicato www.valagro4green.com che sfrutta tutte le potenzialita' della comunicazione digitale - come l'uso di animazioni e infografiche - per illustrare i principali dati del triennio 2013-2016 relativi alle performance di Valagro nelle aree dello sviluppo aziendale, della valorizzazione delle risorse umane, dell'investimento in R&D per l'innovazione, dell'attenzione per i clienti e, infine, della produzione e distribuzione del valore. Accanto all'innovativo sito web, per la comunicazione del bilancio socio-ambientale Valagro ha voluto ottimizzare l'utilizzo della carta attraverso la creazione di un leaflet che raccoglie e mette in evidenza alcuni tra i principali risultati presentati nel report. Una scelta, questa - e' scritto in una nota della stessa Valagro - che conferma la volonta' dell'azienda di essere sempre piu' sostenibile anche nell'adozione di strategie di comunicazione finalizzate a condividere il proprio impatto sociale ed ambientale con tutti i portatori di interesse e con la comunita' piu' ampia. Marco Rosso, Global Corporate Affairs Director di Valagro spiega che "La pubblicazione del Sustainability Report e' un appuntamento atteso: questo strumento ci permette di costruire con i collaboratori, con i clienti, i partner scientifici e con il mondo delle istituzioni una relazione improntata alla trasparenza e alla responsabilita'. Inoltre ci permette di valorizzare i positivi risultati della nostra attivita', a conferma del nostro impegno continuo per la sostenibilita': per esempio, abbiamo partecipato al programma per la valutazione della Carbon Footprint, promosso e co-finanziato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e ottenuto la certificazione per quattro prodotti Valagro, con l'obiettivo di comprendere come contenere le emissioni di CO2; o ancora, a fronte dell'aumento della produzione e del conseguente aumento di rifiuti, cresce il nostro impegno per la raccolta differenziata e il riciclaggio, che oggi rappresenta il 76% del totale dei rifiuti prodotti. D'altro canto - ha aggiunto Marco Rosso - la redazione del bilancio e' un'attivita' che ci permette di individuare possibili aree di intervento, nell'ottica di promuovere quel miglioramento continuo in tutte le aree in cui si articola l'attivita' aziendale che e' il motore della sostenibilita' e che da sempre ci guida nell'impegno per offrire soluzioni sempre piu' innovative, a vantaggio di un'agricoltura sempre piu' sostenibile". Per valorizzare questo impegno a favore della sostenibilita', Valagro ha scelto di pubblicare il proprio bilancio socio-ambientale nella settimana che la FAO dedica al dibattito mondiale sul rapporto tra cibo, agricoltura e cambiamenti climatici, tema delle celebrazioni per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione. L'aumento costante della popolazione mondiale e il livello di inquinamento attuale impongono infatti un cambio di prospettiva - si legge ancora nella nota aziendale - in cui i sistemi agricoli dovranno diventare piu' resistenti, piu' produttivi e soprattutto piu' sostenibili. Consapevole di questa responsabilita' come player del mercato globale, il Gruppo Valagro investe ogni anno il 4% del proprio fatturato, pari a 107,7 milioni di euro (2015), in ricerca e sviluppo, avvalendosi di collaborazioni internazionali con importanti istituzioni scientifiche ed universita', al fine di mettere a punto processi e soluzioni innovative ed efficaci per la nutrizione e la cura delle piante, in grado di soddisfare le esigenze dei propri clienti di ottenere raccolti piu' abbondanti e di migliore qualita', aumentando l'efficienza e riducendo l'impatto ambientale. (AGI)

Red/Ett