Montagna: ferita sul Gran Sasso salvata grazie al Georesq

(AGI) - L'Aquila, 13 set. - E' grazie al GeoResQ che unaescursionista di Chieti, colpita al ginocchio sinistro da unenorme masso precipitato dall'alto lungo il sentiero, e'riuscita a lanciare l'allarme da Pizzo Cefalone, la cima piu'alta della dorsale occidentale del Gran Sasso d'Italia. IlGeoResQ, applicazione per smartphone gestita dal Corponazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas) e promossa dalClub alpino italiano, e' un servizio di geolocalizzazione ed'inoltro delle richieste di soccorso che consente dideterminare la propria posizione geografica e di effettuare iltracciamento in tempo reale delle proprie escursioni. Abbonataal servizio

(AGI) - L'Aquila, 13 set. - E' grazie al GeoResQ che unaescursionista di Chieti, colpita al ginocchio sinistro da unenorme masso precipitato dall'alto lungo il sentiero, e'riuscita a lanciare l'allarme da Pizzo Cefalone, la cima piu'alta della dorsale occidentale del Gran Sasso d'Italia. IlGeoResQ, applicazione per smartphone gestita dal Corponazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas) e promossa dalClub alpino italiano, e' un servizio di geolocalizzazione ed'inoltro delle richieste di soccorso che consente dideterminare la propria posizione geografica e di effettuare iltracciamento in tempo reale delle proprie escursioni. Abbonataal servizio GeoResQ, con un semplice clic la donna ha attivatol'applicazione dal proprio smartphone, mettendo a conoscenzadelle proprie coordinate la centrale operativa. L'allarme,inoltrato al Soccorso alpino, ha raggiunto l'elisoccorsodell'Aquila. Stabilizzata in quota, a 2.400 metri, dalpersonale sanitario del 118, la giovane escursionista e' statatrasportata all'ospedale 'San Salvatore' dell'Aquila. (AGI)Ett