Dissesto: D'Alfonso, bandi pubblici pronti entro 1 giugno

(AGI) - L'Aquila, 9 mar. - Un dossier "nutrito e puntuale" dasottoporre all'attenzione del governo nazionale per far fronteall'emergenza del dissesto idrogeologico. E' la strategia cheil presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, hasottoposto agli amministratori comunali chiamati all'Aquila peruna riunione plenaria "sullo stato dell'arte". All'appello delpresidente D'Alfonso hanno risposto amministratori di 140comuni abruzzesi, a conferma di quanto sia urgente e attuale laquestione del dissesto idrogeologico del territorio alla quale,in questo giorni, si e' aggiunta l'emergenza legata almaltempo. La riunione dell'Aquila e' stata infatti anchel'occasione per fare il punto dei

(AGI) - L'Aquila, 9 mar. - Un dossier "nutrito e puntuale" dasottoporre all'attenzione del governo nazionale per far fronteall'emergenza del dissesto idrogeologico. E' la strategia cheil presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, hasottoposto agli amministratori comunali chiamati all'Aquila peruna riunione plenaria "sullo stato dell'arte". All'appello delpresidente D'Alfonso hanno risposto amministratori di 140comuni abruzzesi, a conferma di quanto sia urgente e attuale laquestione del dissesto idrogeologico del territorio alla quale,in questo giorni, si e' aggiunta l'emergenza legata almaltempo. La riunione dell'Aquila e' stata infatti anchel'occasione per fare il punto dei danni del maltempo dei giorniscorsi. "Fatemi sapere con precisione - ha detto D'Alfonsorivolto ai sindaci - le emergenze ancora in atto, quantefamiglie sono state evacuate e quante utenze sono rimaste senzaenergia elettrica e senza acqua potabile. Sara' mio compitochiedere espressamente ai vertici dell'Enel eventuali danni eal governo misure straordinarie immediate". Sulla mitigazionedel dissesto idrogeologico, il presidente ha voluto sapere"dalla viva voce degli amministratori" lo stato dell'arte degliinterventi finanziati. Si tratta in particolare della tranchedi finanziamenti di circa 18 milioni di euro che a novembre e'stata divisa tra 46 comuni ognuno dei quali ha ottenuto dallaRegione la somma di 400 mila euro. Esiste poi, sempre perquanto riguarda il dissesto, un'altra programmazione che facapo ai fondi "liberati" del Fondo di coesione e sviluppo (Fsc)che ammonta a circa 29 milioni di euro, con la quale sono statifinanziati circa 90 progetti sul territorio. Ma il presidenteD'Alfonso ha posto ai sindaci soprattutto un problema ditempistica. "E' necessario, per rispettare tutti i tempi, cheil bando pubblico per l'affidamento dei lavori venga fattoentro il prossimo 1 giugno. Invito i sindaci - ha aggiuntoD'Alfonso - a mettere l'acceleratore alle strutture comunali enoi saremo al fianco di quei comuni che intendono velocizzare itempi. Solo cosi' potremo essere credibili agli occhi delgoverno e della struttura di missione di Palazzo Chigi echiedere allo Stato altre risorse da destinare allamitigazione". In questo senso, il presidente ha detto aisindaci che "saranno previste premialita' di risorse in favoredi quei comuni che rispetteranno la scadenza del 1 giugno eporteranno a termine la procedura senza alcun conteziosogiudiziario". Sempre sul fronte della lotta al dissestoidrogeologico, D'Alfonso ha annunciato che la Regione "nellaprogrammazione europea del Por 2014/2020 ha destinato altri 26milioni di euro" e che "la struttura di missione di PalazzoChigi ha pronti per l'Abruzzo risorse per 70 milioni di euro"."Ma e' necessario - ha concluso - rispettare tutti i tempidella progettazione". (AGI) Aq1/Vic