Terrorismo: Alfano, nostro livello allerta sempre alto

(AGI) - Roma, 11 set. - "Il nostro livello di allerta e' semprealto". Lo ha ribadito il ministro dell'Interno, AngelinoAlfano, a Unomattina. "Noi - ha ricordato il ministro - siamoun grande Paese occidentale che da quell'11 settembre - cheoggi ricordiamo con lo stesso dolore e con una consapevolezzaancora maggiore dei rischi - non ha mai fatto mancare ilproprio sostegno alle coalizioni contro il terrore. Quindi,siamo in prima linea, dalla parte della democrazia, dalla partedella liberta', e questo ci espone inevitabilmente". "L'altroaspetto - ha proseguito Alfano - per altro rivendicato da Al

(AGI) - Roma, 11 set. - "Il nostro livello di allerta e' semprealto". Lo ha ribadito il ministro dell'Interno, AngelinoAlfano, a Unomattina. "Noi - ha ricordato il ministro - siamoun grande Paese occidentale che da quell'11 settembre - cheoggi ricordiamo con lo stesso dolore e con una consapevolezzaancora maggiore dei rischi - non ha mai fatto mancare ilproprio sostegno alle coalizioni contro il terrore. Quindi,siamo in prima linea, dalla parte della democrazia, dalla partedella liberta', e questo ci espone inevitabilmente". "L'altroaspetto - ha proseguito Alfano - per altro rivendicato da AlBaghdadi, dall'autoproclamatosi Califfo che ci ha omaggiato dicitazioni, e' l'essere culla della Cristianita', la capitaledella Cristianita' intesa anche come la citta' dove vive eabita il Papa. E' chiaro che se una dottrina dice che simbolicoe' il significato - quando si afferma di conquistare Roma daparte del Califfo o da parte di coloro i quali lo sostengono -lo si dice anche in senso metaforico. Pero' ridurre tutto ametafora potrebbe essere un elemento di sottovalutazione". .