Resa dei conti nella Lega, Tosi, arrabbiato ma lucido"

(AGI) - Milano - "Un incontro interlocutorio: resta cheil commissariamento di lunedi' ha lasciato il segno. Staseraragionero' con il consiglio della  [...]

Resa dei conti nella Lega, Tosi, arrabbiato ma lucido"
(AGI) - Milano, 5 mar. - "Un incontro interlocutorio: resta cheil commissariamento di lunedi' ha lasciato il segno. Staseraragionero' con il consiglio della Lega veneta. Sono incazzatoma lucido". Cosi' Flavio Tosi intercettato dai cronisti altermine dell'incontro con Matteo Salvini. Un incontro di poco piu' di un'ora agli 'Orti di Leonardo',ristorante 'modaiolo' a due passi dal 'Cenacolo' di da Vinci.Sul piatto, l'ultimo tentativo di riconciliazione: Flavio Tosie Matteo Salvini 'vis a vis'. Stando a quanto raccontato dallostesso sindaco di Verona a 'Un giorno da pecora', uno haordinato pesce, l'altro carne, divisi anche sul menu': ilsegretario leghista una frittura di frutti di mare, il primocittadino scaligero un filetto coi carciofi, annaffiato da unbicchiere di vino rosso Schioppettino (Friuli). La riunione, laprima dopo l'ultimatum lanciato da Salvini a Tosi lunedi' ('Olasci la Fondazione o sei fuori dalla Lega'), e' stata una"chiacchierata utile", per Salvini, "interlocutoria", per Tosi.Il primo si e' detto "soddisfatto" ma solo perche' - haaggiunto subito dopo - ha sondaggi in mano secondo cui LucaZaia vincera' in Veneto qualsiasi sia la coalizione che losostiene (leggi: anche con Tosi contro). Il secondo si e'autodefinito "incazzato ma lucido", segnato dalla "fratturaprofondissima" della nomina di un commissario ad hoc per leregionali venete. E mentre c'e' attesa per la riunione deldirettivo veneto di stasera, Salvini va avanti e prepara gia'un incontro con Silvio Berlusconi: il segretario leghistadovrebbe vedere l'ex Cavaliere domani ad Arcore per incassarel'atteso appoggio di Forza Italia al candidato in Veneto ediscutere di possibili alleanze nelle altre Regioni che vannoal voto. Stando a quanto si riferisce in ambienti 'tosiani',l'incontro di oggi tra i due dirigenti leghisti non e' statorisolutivo ma ha riprodotto una situazione di stallo e laquestione e' ancora lontana da una soluzione, negativa opositiva che sia. A chi gli chiedeva della riunione deldirettivo veneto, in programma stasera alle 21, a Noventapadovana, dopo il pranzo con Salvini, Tosi ha risposto: "Non sose stasera voteremo qualcosa, puo' succedere di tutto. Vediamoquali idee emergeranno. E' una situazione inaspettata". Durante il pranzo, Salvini e Tosi avrebbero sostanzialmenteribadito le proprie posizioni, con Tosi che si sarebbedilungato maggiormente rispetto a quanto fatto lunedi' scorsodurante il federale. E avrebbe ribadito che pretende la "revocadel commissariamento" - si spiega - e l'autonomia di metterebocca nella compilazione delle liste regionali. Non proprioincoraggianti le sue dichiarazioni al termine dell'incontro."Per fortuna le liste non si presentano ora. Vediamo se c'e'margine per ricomporre oppure no, il problema nasce da quelprovvedimento di lunedi' dov'e' stata commissariata la LigaVeneta. Noi lo riteniamo assolutamente immotivato, non sta ne'in cielo ne' in terra", ha scandito Tosi. Quindi andrebberitirato? "Questo lo aggiungete voi - ha risposto -. Ma e'chiaro che e' una cosa inaudita e mai accaduta che la LigaVeneta venga commissariata ad hoc per elezioni". Salvini primae' sembrato chiudere nei suoi confronti e poi l'ha incontrata.Alla fine ha ceduto? "Puo' darsi che qualcuno, non so seSalvini o un altro, si sia reso conto che la forzatura dilunedi' poteva avere degli strascichi". Piu' accomondante Salvini. "E' andata bene, e' stata unachiacchierata utile", ha affermato. Ma il sindaco di Veronarimarra' in Lega? "Non faccio previsioni, non gioco al lotto.Sono contento oggi e' una bella giornata non abbiamo litigato.Continuo a essere convinto che Flavio Tosi possa essere unarisorsa per il futuro della Lega, se rimarra' in Lega", hadetto, uscito dal ristorante poco dopo Tosi. Al momento non si attendono grossi stravolgimenti dallariunione di stasera: ci si aspetta sostanzialmente che Tosiribadisca e metta al voto le sue posizioni sulla nomina delcommissario, valutata "immotivata e inaccettabile". Aldirettivo non dovrebbero partecipare Zaia e il sindaco diPadova. Massimo Bitonci. (AGI) .