Renzi vede Lagarde, "anche Fmi per crescita. Ue si interroghi"

(AGI) - Roma, 10 dic. - Incontro 'di cortesia' - riferisconofonti di palazzo Chigi - tra Matteo Renzi e Christine Lagarde,in visita in Italia in questi giorni. Al centro del colloquiol'agenda per la crescita e gli investimenti in Europa; temacentrale nella strategia di alleanze e network che il premiersta tessendo attorno all'approccio pro-growth che hacontraddistinto la presidenza italiana dell'Unione e leindicazioni maturate anche dal G20 di Brisbane. "Se perfino ilFmi, che non e' esattamente una sezione del Partito Comunista aWashington, chiede all'Europa di investire sulla crescita,qualche domanda i partner Ue

(AGI) - Roma, 10 dic. - Incontro 'di cortesia' - riferisconofonti di palazzo Chigi - tra Matteo Renzi e Christine Lagarde,in visita in Italia in questi giorni. Al centro del colloquiol'agenda per la crescita e gli investimenti in Europa; temacentrale nella strategia di alleanze e network che il premiersta tessendo attorno all'approccio pro-growth che hacontraddistinto la presidenza italiana dell'Unione e leindicazioni maturate anche dal G20 di Brisbane. "Se perfino ilFmi, che non e' esattamente una sezione del Partito Comunista aWashington, chiede all'Europa di investire sulla crescita,qualche domanda i partner Ue dovranno pure cominciare afarsela", avrebbe commentato il premier ai suoi consiglierieconomici dopo la visita. A pranzo il presidente del Consiglio incontrera' il premierserbo, Aleksandar Vucic, a segnare - sottolineano le stessefonti - una attenzione speciale per i Balcani, dopo il verticedi Vienna e i contatti frequenti con il premier albanese EdiRama, della famiglia socialista, che Renzi potrebbe andare aincontrare a Tirana a fine anno, per chiudere il semestre,iniziato con l'attenzione verso il Mediterraneo, con unosguardo all'Europa orientale, alle sue potenzialita'economiche, ai temi dell'immigrazione e alla proiezione versoil difficile crinale ucraino. (AGI).