Renzi "Sospenderemo De Luca Aspettiamo di capire procedura"

(AGI) - Roma, 23 giu. - Il governo procedera' alla sospensionedi Vincenzo De Luca dalla carica di presidente della Campania.Lo ha annunciato Matteo Renzi in conferenza stampa al terminedel Consiglio dei ministri. "La presidenza del consiglio dei Ministri ha richiesto aiministri un parere sul presidente della Regione Campagna.Nostro intendimento e' procedere alla sospensione. Aspettiamoche i ministri competenti esprimano un parere e chel'avvocatura dello stato ci dica come procedere" ha spiegato Renzi. "Si tratta di una figura istituzionale che deve essereproclamata e dobbiamo procedere rispettando la legge e quantodisposto dagli organi competenti",

(AGI) - Roma, 23 giu. - Il governo procedera' alla sospensionedi Vincenzo De Luca dalla carica di presidente della Campania.Lo ha annunciato Matteo Renzi in conferenza stampa al terminedel Consiglio dei ministri. "La presidenza del consiglio dei Ministri ha richiesto aiministri un parere sul presidente della Regione Campagna.Nostro intendimento e' procedere alla sospensione. Aspettiamoche i ministri competenti esprimano un parere e chel'avvocatura dello stato ci dica come procedere" ha spiegato Renzi. "Si tratta di una figura istituzionale che deve essereproclamata e dobbiamo procedere rispettando la legge e quantodisposto dagli organi competenti", ha aggiunto. "Vogliamo garantire il diritto del Consiglio Regionale acostituirsi e il principio per il quale la legge Severino valeper tutti. La legge prevede che ci sia un parere del ministrodell'Interno e degli Affari Regionali - ha spiegato - Io hovoluto essere ancor piu' sicuro e ho chiesto ancheall'avvocatura dello Stato". "Verificheremo quindi quandodovra' scattare il provvedimento di sospensione. Io sono prontoa firmare quando mi diranno che e' il momento di firmare", haconcluso. Il Cdm ha deciso anche che tutti i decreti legislativi sullariforma fiscale slittano a venerdi' prossimo. "Abbiamo iniziatol'esame dei decreti fiscali, vorrei rassicurare tutti rispettoalle polemiche del passato non c'e' piu' la questione del 3%".Ha assicura il capo del governo in riferimento ai dlagattuativi della delega fiscale. I decreti, ha garantito Renzisaranno approvati venerdi'. Via libera del Cdm invece alla deducibilità delle perdite aifini Ires e Irap da parte degli istituti bancari. "Fino a oggi- ha spiegato il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan - lebanche che avevano questi crediti potevano beneficiarne in 5anni. Questo costituiva un congelamento dei capitali dellebanche. D'ora in poi questi crediti possono essere godutinell'anno in cui emergono. Questo accelera decisamentel'aggiustamento dei bilanci delle banche e favorisce la ripresadel credito". E il ministro assicura: "Questa misura è a costozero per il bilancio pubblico, anzi potrebbe portare un piccolobeneficio". "Il governo e' impegnato a fare tutto cio' in cui si e'impegnato con i suoi cittadini. Non passa giorno in cui nonportiamo avanti la bandiera delle riforme" ha detto "Siamonelle condizioni di riportare l'Italia la' dove deve stare", haaggiunto Renzi.Un passaggio e' dedicato anche agli immigrati "Vedremo nelleprossime ore se l'Europa ha un cuore. L'Italia non rinunciaalla sua storia di civilta' per mezzo punto in piu' neisondaggi. L'Italia rimanda indietro quelli che devono essererimandati indietro e accogliera' quelli che hanno diritto. "Sel'Europa perde questa occasione, perdera' anche la propriadignita'", ha aggiunto.Parlado poi della vertenza Whirlpool ha aggiunto "Speriamo diavere buone notizie nelle prossime settimane. Oggi e' statofatto un lavoro positivo molto importante, nelle prossime orevediamo di risolvere definitivamente la questione di Carinaro,l'impegno che abbiamo preso e' si non chiudere lostabilimento". Il Cdm ha poi poi autorizzato a porre la questione difiducia ove fosse necessario sul Ddl scuola, in esame al Senato

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it