Renzi contestato a La Spezia, 'fischiate quanto vi pare'

(AGI) - La Spezia  - Contestazione per Renzi a LaSpezia. Mentre il premier parlava al campo Limone a sostegno diRaffaella Paita, 

(AGI) - La Spezia, 25 mag. - Contestazione per Renzi a LaSpezia. Mentre il premier parlava al campo Limone a sostegno diRaffaella Paita, un gruppo di una decina di persone ha iniziatoa scandire 'scuola pubblica, scuola pubblica' e a fischiarlo. "Potete fischiare quanto vi pare, noi non siamo quelli chevanno a fischiare alle iniziative degli altri. Noi siamo ilPd", ha risposto Renzi dal palco.

"Qui stiamo decidendo chiamministrera' la Regione. Si deve farla finita nel trasformarele elezioni in qualcosa di diverso. Qui non ci si occupa digiochi politici romani", ha poi detto aprendoil suo intervento .
  "Non dobbiamo consentire a qualcuno di fare della Liguriail laboratorio del 'bertinottismo 2.0'", ha aggiunto.

Quanto al risultato delle elezioni amministrative in Spagna, Renzi ha commentato: "Il vento della Grecia, il ventodella Spagna, il vento della Polonia non soffiano nella stessadirezione, soffiano in direzione opposta, ma tutti questi ventidicono che l'Europa deve cambiare e io spero che l'Italiapotra' portare forte la voce per il cambiamento dell'Europanelle prossime settimane e nei prossimi mesi".

In un'intervista rilasciata all'emittente toscana Rtv38,il premier ha parlato della riforma della Rai: "bisognerebbe farlaentro entro luglio, se vogliamo cambiare la governance,altrimenti andremo al rinnovo con la Gasparri. Quello che e'importante e' che nella riforma del sistema radiotelevisivo cisia attenzione alle emittenti locali, questo e' un punto chiavee vale per tutta l'Italia".

"Stiamo cercando di risollevare l'Italia perche' vent'annidi politica di centrodestra hanno lasciato delle macerie.Silvio Berlusconi e' il leader politico che e' stato piu'giorni a Palazzo Chigi. Se aveva queste belle idee per ilfuturo del Paese perche' non le ha realizzate? Perche'tocchera' a noi restituire all'Italia la speranza?", ha dettoil presidente del Consiglio. "Salvini urla tanto, si lamenta perche' gli tirano le uova,giustamente fa bene a lamentarsi, e' incivile tirare leuova...come del resto Salvini faceva contro gli avversari dellasinistra quindici anni fa", ha aggiunto Renzi.

"Salvini habisogno tutte le mattine di qualcosa che vada male - aggiungeRenzi - perche' se accade un incidente, se un barcone vagiu'...Salvini e' contento, cosi' almeno ha qualcosa da dire.Io rispetto le posizioni di Salvini, ma vorrei raccontareun'Italia basata sulla speranza non sull'odio, sullapossibilita', non sulla paura, sul coraggio e non sull'urlo". "Berlusconi lo considero un grandissimo professionistadella comunicazione, lo abbiamo visto anche ieri, performancestraordinaria", intervistato da Fabio Fazio a 'Che tempo chefa'. "Quelli che lo criticano con la puzza sotto il naso, nonsi rendono conto di come sia tenace e pugnacecombattente...certo politicamente i risultati dovrebberoparlare per lui", ha aggiunto il presidente del Consiglio.

"Berlusconi - dice il premier - e' quello che, nellagraduatoria dei leader italiani, e' stato di piu' a PalazzoChigi...3300 giorni" la domanda e' dunque "Berlusconi che cosaha fatto?. "Berlusconi lo rispetto, grande umanita', ma credoabbia fallito e che quindi" ora "tocchi a una nuovagenerazione". (AGI).