Quirinale: Toti, Amato? Non e' bruciato. E a Renzi, no strappi

(AGI) - Roma - "Era un'ipotesi, il nome di Amato none' la prima volta che circola, e' una risorsa della Repubblica,e'  [...]

(AGI) - Roma, 30 nov. - "Era un'ipotesi, il nome di Amato none' la prima volta che circola, e' una risorsa della Repubblica,e' un nome spendibile ma non credo sia l'unico nome". Dettoquesto, spiega il consigliere politico di Forza Italia,Giovanni Toti a Sky Tg24, in merito alle parole di Berlusconisu Amato, "non credo l'abbia bruciato, io spero che non ci siaquesta superficialita'. Credo che il nome di Amato debbarestare in pista, poi che sia quello il nome mi sembra ancoralontano dirlo". L'importante, sottolinea, e' che il nome delfuturo Capo dello Stato non sia quello di un uomo di parte,"ovvero un uomo di partito", cioe' "che non ricopra una caricadi partito adesso, Berlusconi ha detto che in un momento in cuiil dialogo sta dando alcuni risultati, seppure con ledifficolta' che conosciamo, anche sul presidente dellaRepubblica ci auguriamo si applichi lo stesso metodo deldialogo, Berlusconi chiede a Renzi che non ci siano strappi,visto che Renzi a qualche strappo ci ha abituati", concludeToti. (AGI).