A Torino la sfida è a tre, ma il Movimento non ha ancora il candidato

A Torino la sfida è a tre, ma il Movimento non ha ancora il candidato

Centrodestra e centrosinistra già impegnati nella campagna elettorale, mentre il Movimento non ha ancora un candidato. La scelta, come da tradizione, sarà online

Torino comunali centrodestra centrosinistra M5s

 Chiara Appendino - afp

AGI - Centrodestra e centrosinistra già impegnati nella campagna elettorale, Movimento 5 Stelle ancora in attesa di definire il nome del candidato sindaco. È il quadro attuale delle prossime elezioni amministrative a Torino. Il primo a scendere in campo, mesi fa, è stato l'imprenditore Paolo Damilano, candidato civico, intorno al quale si è compattato l'intero centrodestra. Per il centrosinistra, invece, il nome scelto è quello dell'attuale capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Stefano Lo Russo, vincitore delle primarie di coalizione di metà giugno.

Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, invece, i giochi sono ancora aperti. Due i nomi tra cui gli attivisti dovranno scegliere: Valentina Sganga, attuale capogruppo pentastellata in Consiglio comunale e il consigliere Andrea Russi. La scelta tra i due aspiranti candidati avverrà sulla nuova piattaforma a partire dal 16 luglio. "Vito Crimi ci ha dato come disponibilità dal 16 luglio - spiega la sindaca Chiara Appendino - nei prossimi giorni definiremo i dettagli. Però sostanzialmente la procedura è stata identificata e questo è un bene, perché abbiamo bisogno d'individuare il nostro candidato e quindi procederemo su questa strada".

A chi le fa notare che centrodestra e centrosinistra sono già al lavoro da tempo in vista dell'appuntamento elettorale d'autunno, la sindaca Appendino risponde: "Non ci siamo mai fermati. Ora è importante che i cittadini e le cittadine inizino a conoscere qual è la proposta, come candidato sindaco o sindaca, che noi facciamo come forza politica".

Per Valentina Sganga "essere comunità è l'unico modo per resistere alle tempeste che arrivano dall'esterno e, ultimamente, anche dall'interno". "Per questo mi piace pensare che la nostra città, spesso definita come 'laboratorio' - aggiunge - possa esserlo anche per il Movimento Cinque Stelle, per sé stesso". "Finalmente ci siamo - commenta Andrea Russi - dopo avere a lungo atteso, anche gli iscritti al Movimento 5 Stelle saranno chiamati, attraverso il voto online, a scegliere il prossimo candidato sindaco di Torino". "Ho deciso di mettere a disposizione del gruppo - aggiunge - l'esperienza e il lavoro di questi anni. L'entusiasmo certamente non manca, così come non manca la volontà di lavorare per la nostra bellissima città".