Di Maio: "Una patrimoniale? Sarebbe inaccettabile"

Di Maio: "Una patrimoniale? Sarebbe inaccettabile"

"Se vogliamo uscire da questa crisi le tasse vanno ridotte", sottolinea il ministro degli Esteri. "Qualcuno ha sempre voglia di scatenare una guerra sociale"

Fisco di maio patrimoniale inaccettabile

© Vincenzo PINTO / AFP - Luigi Di Maio

AGI - Luigi Di Maio giudica "inaccettabile" la proposta di una patrimoniale per uscire dalla crisi economica. Intervenendo al Maurizio Costanzo show il ministro degli esteri dice: "Ero già contrario in 'tempi di pace'". Qualcuno, sottolinea, "ha sempre voglia di scatenare una guerra sociale. Se vogliamo uscire da questa crisi le tasse vanno ridotte e soprattutto non bisogna mai dire agli italiani di voler toccare i loro patrimoni perché in questo momento sono preoccupati per le loro famiglie, i loro figli e perché non hanno questi patrimoni spropositati che possono mettere a disposizione del Paese".

Una patrimoniale così concepita non colpirebbe solo i ricchi, sottolinea ancora Di Maio: "Sono andato a vedere i dettagli: basta avere la prima casa e un guadagno di duemila euro al mese, che vuol dire far parte del ceto medio, che ti fanno un prelievo forzoso. Questo è inaccettabile".