Immigrati: Della Vedova, Maroni da ministro sosteneva l'opposto

(AGI) - Roma, 8 giu. - "Pochi anni fa, da Ministrodell'Interno, Maroni minacciava di 'agire d'imperio' contro leRegioni intenzionate a boicottare i piani dell'esecutivo eindisponibili ad accogliere i profughi 'che scappano dallaguerra in Libia'. Oggi, da presidente di Regione, minacciainvece di fare cio' che da Ministro dell'Interno duramentestigmatizzava. Questa vicenda dimostra che nell'atteggiamentoattuale della Lega non c'e' nessuna verita', coerenza eserieta'". Lo scrive su Facebook il senatore e sottosegretario agliEsteri Benedetto Della Vedova. "Un partito che su diun'identico problema sostiene cose opposte a seconda che sitrovi al governo e

(AGI) - Roma, 8 giu. - "Pochi anni fa, da Ministrodell'Interno, Maroni minacciava di 'agire d'imperio' contro leRegioni intenzionate a boicottare i piani dell'esecutivo eindisponibili ad accogliere i profughi 'che scappano dallaguerra in Libia'. Oggi, da presidente di Regione, minacciainvece di fare cio' che da Ministro dell'Interno duramentestigmatizzava. Questa vicenda dimostra che nell'atteggiamentoattuale della Lega non c'e' nessuna verita', coerenza eserieta'". Lo scrive su Facebook il senatore e sottosegretario agliEsteri Benedetto Della Vedova. "Un partito che su diun'identico problema sostiene cose opposte a seconda che sitrovi al governo e all'opposizione - prosegue - non puo'diventare un interlocutore, ma solo rimanere un problema. Per un Paese che cerca di corresponsabilizzare i partnereuropei sulla gestione comune di un'emergenza epocale, il fattoche alcune regioni scelgano di chiamarsi fuori non puo' chefare il gioco dei tanti che remano contro il piano Juncker,cioe' contro gli interessi italiani (compresi quelli veneti,liguri e lombardi). Se in precedenza la Lega aveva almenol'ambizione di segnare con la propria visione un progetto digoverno del paese, oggi - conclude Della Vedova - ha solol'obiettivo di accrescere il disordine e rendere ingovernabileed esplosivo uno dei fenomeni piu' complessi della politicainternazionale e europea. Dal federalismo, al nichilismo".(AGI)