Fi: Fitto, no fronde ma serve confronto, restero'nel mio partito

(AGI) - Roma - Nessuna fronda ma una discussioneaperta per riconquistare l'lettorato e fare opposizione. E' lalinea di Raffaele Fitto, intenzionato  [...]

(AGI) - Roma, 14 set. - Nessuna fronda ma una discussioneaperta per riconquistare l'lettorato e fare opposizione. E' lalinea di Raffaele Fitto, intenzionato "assolutamente" a restarein Forza Italia. "Non sono abituato a rappresentare le fronde -ha dichiarato nel corso dell'intervista a Maria Latella suSkyTg24 - perche' le fronde si muovono nel silenzio ed io sonoabituato ad affermare con chiarezza le mie opinioni. Penso siaindispensabile aprire un dibattito all'interno del partito"."Se il tema e' quello della provocazione per la reazione, nonsolo non reagiro' - ha poi aggiunto, rispondendo ad una domanda- ma non faro' nemmeno un'azione da cartellino giallofiguriamoci se la faro' da cartellino rosso". "Nel partito c'ero e c'ero quando attraversava un momentodi difficolta' - ha fatto notare l'eurodeputato di Fi - c'eroquando altri hanno compiuto le scelte sbagliate di andare via,io ci sono e ci saro'". "Sostenere le tesi che bisogna fareopposizione al governo Renzi e che per la selezione dellanostra classe dirigente e per le elezioni sia importante uncoinvolgimento dal basso per rigenerare il nostro elettorato,credo siano due tesi compatibili con la permanenza nelpartito". "E' un tema che non mi pongo - ha concluso - se nefacciano una ragione. Chi la pensa diversamente e' bene chesostenga le sue idee, se prevarranno io ne prendero' atto purnon condividendo". (AGI) .