Della Valle, se si vota pronto a rendermi disponibile

(AGI) - Roma, 26 set. - A Renzi riconosce, sia purepolemicamente, di aver "fatto bene" ma Diego Della Valle, daOtto e mezzo su La7, tocca il tasto della legittimazioneelettorale e, alla fine, lascia trapelare di non escludere dalsuo personale orizzonte un impegno diretto in politica. Al presidente del Consiglio, infatti, l'imprenditorericorda che il suo ruolo "non gli permette di pensare di essereil padrone del Paese, perche' non lo e'. Non lo abbiamo votato,se vuole si presenti e vedremo se i voti li prende lui o -accenna - altra gente che magari si

(AGI) - Roma, 26 set. - A Renzi riconosce, sia purepolemicamente, di aver "fatto bene" ma Diego Della Valle, daOtto e mezzo su La7, tocca il tasto della legittimazioneelettorale e, alla fine, lascia trapelare di non escludere dalsuo personale orizzonte un impegno diretto in politica. Al presidente del Consiglio, infatti, l'imprenditorericorda che il suo ruolo "non gli permette di pensare di essereil padrone del Paese, perche' non lo e'. Non lo abbiamo votato,se vuole si presenti e vedremo se i voti li prende lui o -accenna - altra gente che magari si puo' preparare". Qui e' Floris a chiedere a Della Valle se non possatrattarsi proprio di lui: "Io - risponde l'ospite - non faccioil politico ma sono anche una persona che, se serve, si rendedisponibile a dare una mano per fare le cose, e per farle infretta, e domani mattina". .