Consulta-Csm: su Corte pesa 'nodo' Bruno. Verso ok a 'laici'

(AGI) - Roma, 23 set. - Sulla Corte costituzionale ilParlamento 'congela' il ticket Violante-Bruno. Secondo 'radioTransatlantico' si attende che ogni ombra sia fugata sullavicenda giudiziaria di Isernia che coinvolge il senatoreazzurro il quale, per parte sua, ha smentito di essereinquisito, dichiarando di essere stato invece ascoltato solocome persona informata sui fatti. Lo stesso Donato Bruno, si apprende in Parlamento, dovrebberecarsi di persona ad Isernia gia' domattina. Dopo la notizia di un suo coinvolgimento nell'indaginedella Procura che indaga sul fallimento della societa'Ittierre, nei corridoi dei Palazzi si era rincorsa la voce di

(AGI) - Roma, 23 set. - Sulla Corte costituzionale ilParlamento 'congela' il ticket Violante-Bruno. Secondo 'radioTransatlantico' si attende che ogni ombra sia fugata sullavicenda giudiziaria di Isernia che coinvolge il senatoreazzurro il quale, per parte sua, ha smentito di essereinquisito, dichiarando di essere stato invece ascoltato solocome persona informata sui fatti. Lo stesso Donato Bruno, si apprende in Parlamento, dovrebberecarsi di persona ad Isernia gia' domattina. Dopo la notizia di un suo coinvolgimento nell'indaginedella Procura che indaga sul fallimento della societa'Ittierre, nei corridoi dei Palazzi si era rincorsa la voce diun allargamento del numero dei parlamentari Democratici nondisponibili a votarlo alla Consulta e nel Pd si sarebbe diffusoil convincimento che questa situazione avrebbe potuto avere uneffetto domino anche ai danni di Violante con il risultato cheuna votazione oggi avrebbe finito per bruciare ambedue icandidati. Un vulnus istituzionale che avrebbe bloccato ancorail Csm, che non puo' insediarsi e iniziare a lavorare se ilplenum non e' al completo. In realta', c'e' anche chi nel centrodestra, ma e' voceabbastanza isolata, ripete che lo stallo sarebbe ancora fruttodi mal di pancia del Pd su Violante. I bene informati delcentrosinistra sostengono invece che all'ex presidente dellaCamera potrebbero si' mancare dei voti ma in misura decisamentecontenuti. In ogni caso, il Pd con il vicesegretario Lorenzo Guerinilo ha chiarito che Violante resta il candidato dem, conl'autoreviolezza e la competenza in linea con i requisiti peressere eletto alla Corte Costituzionale. E, nell'altroschieramento, e' il capogruppo al Senato, Paolo Romani, aconfermare che la scelta di Forza Italia resta Donato Bruno. Oggi, allora, si cerca di chiudere almeno su Palazzo deiMarescialli: Paola Balducci, indicata da Sel, oggi dovrebbeessere votata anche da Pd e FI, Ncd e Scelta Civica. Cosi'Pierantonio Zanettin anche se, secondo fonti parlamentari dicentrodestra, potrebbero mancargli una trentina di voti FI.Scheda bianca vota la Lega, sia per la Corte sia per il Csm.(AGI)