Berlusconi telefona a Renzi: "Gli ho detto che mi dispiace"

berlusconi genitori renzi

"Ho telefonato a Renzi, gli ho detto che sono dispiaciuto per quanto accaduto. Ha preso atto della mia vicinanza umana". Lo ha detto il leader di FI Silvio Berlusconi a Otto e mezzo in onda stasera su La7.  "Salvini e Renzi si sono dichiarati vittime della giustizia, ma in confronto a me sono dei dilettanti", ha aggiunto.

"Se gli elettori rinsaviranno, noi andremo oltre il 20 per cento alle Europee. sarò candidato in tutte le Circoscrizioni tranne nel Centro, dove correrà Tajani", ha proseguito Berlusconi, "il partito degli italiani cattolici è Forza Italia. Andrò presto a parlare con la Cei e gli illustrerò il mio programma. Sono sicuro che ci appoggeranno. Anche ai cattolici italiani dico 'svegliatevi'".

"Sono convinto che molto presto le cose cambieranno. Non negozio con Salvini, non pongo aut-aut. Saranno i fatti che faranno cadere questo governo", ha detto ancora il leader di Forza Italia, "Salvini mi snobba? Non direi proprio, non mi risulta. Stiamo insieme alle Amministrative e alle Regionali, e le abbiamo vinte". "Io ogni tanto faccio qualche telefonata e chiedo 'è caduto il governo?'. Mi dicono di no, sarebbe bello se succedesse a ore", ha ironizzato infine il Cav.

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.