Ballottaggi: M5S, via Crocetta e ora puntiamo alla Regione

(AGI) - Palermo, 15 giu. - "Dietro allo schiacciante risultatodi Gela c'e' un grandissimo attestato di stima al Movimento,ma, anche, la sonora e inequivocabile bocciatura di Crocetta,che nemmeno a casa sua e' riuscito a mettere una pezza aidisastri che ha fatto in questi anni in Sicilia. Se anche isuoi compaesani, i cittadini che ha amministrato, gli hannodato il benservito, non comprendiamo come Crocetta possa ancorasentirsi il legittimo presidente di tutti i siciliani. Facciail primo atto serio e degno di nota della sua amministrazione,rassegni le dimissioni, e lo faccia pure in fretta.

(AGI) - Palermo, 15 giu. - "Dietro allo schiacciante risultatodi Gela c'e' un grandissimo attestato di stima al Movimento,ma, anche, la sonora e inequivocabile bocciatura di Crocetta,che nemmeno a casa sua e' riuscito a mettere una pezza aidisastri che ha fatto in questi anni in Sicilia. Se anche isuoi compaesani, i cittadini che ha amministrato, gli hannodato il benservito, non comprendiamo come Crocetta possa ancorasentirsi il legittimo presidente di tutti i siciliani. Facciail primo atto serio e degno di nota della sua amministrazione,rassegni le dimissioni, e lo faccia pure in fretta. Forse c'e'ancora tempo per salvare qualcosa. Noi siamo pronti per Palazzod'Orleans". Il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelleall'Ars commenta cosi' la netta vittoria di Gela. "I segnaliche ci arrivavano - dice Giancarlo Cancelleri - eranoinequivocabili. Crocetta diceva che il test di Gela non era unreferendum sulla sua persona? Sapeva che avrebbe perso. Oratragga le debite conseguenze, per rispetto di tutti i sicilianie faccia il passo indietro che auspicano in tantissimi". (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it