Vinitaly: Cecchini, con vino promuoviamo brand intera Umbria

(AGI) - Perugia, 18 mar. - "L'Umbria sara' presente anchequest'anno al Vinitaly di Verona con i suoi migliori vini peraffermare, insieme alla qualita' delle produzioni, il 'brand'dell'intera regione, i suoi territori e valori". Lo ha dettol'assessore regionale all'agricoltura, Fernanda Cecchini,illustrando stamani gli elementi che qualificheranno lapartecipazione delle cantine umbre al 49esimo Saloneinternazionale del Vino che si terra' dal 22 al 25 marzoprossimi a Verona, insieme a Piero Peppucci, presidente diUmbria Top, la cooperativa che organizza e coordina lo standdei produttori umbri in cui quest'anno saranno presenti 36aziende e i

(AGI) - Perugia, 18 mar. - "L'Umbria sara' presente anchequest'anno al Vinitaly di Verona con i suoi migliori vini peraffermare, insieme alla qualita' delle produzioni, il 'brand'dell'intera regione, i suoi territori e valori". Lo ha dettol'assessore regionale all'agricoltura, Fernanda Cecchini,illustrando stamani gli elementi che qualificheranno lapartecipazione delle cantine umbre al 49esimo Saloneinternazionale del Vino che si terra' dal 22 al 25 marzoprossimi a Verona, insieme a Piero Peppucci, presidente diUmbria Top, la cooperativa che organizza e coordina lo standdei produttori umbri in cui quest'anno saranno presenti 36aziende e i Consorzi di tutela dei Vini di Torgiano, Colli delTrasimeno e di Montefalco. Un'altra trentina di aziende sara'presente con stand propri nell'area espositiva del Veronafiere."Il Vinitaly, la manifestazione del settore piu' importante alivello nazionale ed anche europeo - ha sottolineatol'assessore - costituisce da sempre un'occasione di granderilievo per la promozione del vino umbro e l'incremento degliscambi commerciali. Ed e' l'occasione anche per far meglioconoscere cosa offre l'Umbria, con i vigneti che necaratterizzano i paesaggi, il suo patrimonio storico eculturale, la sua enogastronomia. Per la promozione e lacommercializzazione del vino la Regione ha attivato unospecifico progetto e ha destinato ingenti risorse del Programmadi sviluppo rurale e dell'Ocm vino. Nella nuova programmazionesu cui si sta chiudendo il negoziato con la Commissione europeaabbiamo riconfermato strategie di intervento e aiuti che, perquanto riguarda l'Ocm Vino, mette a disposizione 6 milioni dieuro e mezzo all'anno a sostegno degli investimenti dellenostre cantine che, pur in un periodo difficile, confermanodinamismo e voglia di crescere". "In questi mesi, inoltre,abbiamo messo a bando - ha ricordato l'assessore - i diritti diimpianto di vigneti disponibili nella riserva regionaleponendoci l'obiettivo di mantenere l'attuale livello disuperficie vitata regionale, che e' di circa 13mila ettari, edi qualificare la nostra produzione di vini Dop e Igp, in mododa prevenire possibili effetti negativi della nuovaregolamentazione comunitaria che entrera' in vigore dal 2016.Abbiamo anche disposto, per la prima volta in Umbria, che sipossa vendere un diritto di reimpianto originato daestirpazione di superfici vitate anche ad aziende al di fuoridel territorio regionale in modo che le nostre cantine possanoavvalersi di ogni possibile opportunita'". Ammonta a 380milaeuro, finanziati al 70 per cento dalla Regione Umbria con lerisorse del Programma di sviluppo rurale e per il restante 30per cento dal cofinanziamento dei produttori partecipanti,l'investimento per lo stand dell'Umbria al Vinitaly 2015.(AGI)