Ucraina: Cia, molte aziende agricole italiane al collasso

(AGI) - Roma, 16 set. - "La situazione e' grave: molte nostreaziende agricole sono al collasso. Tra l'altro, il gioco delletriangolazioni rischia di infliggere un colpo letale allenostre esportazioni. Serve un nuovo pacchetto di misure piu'efficaci. Nell'immediato bisogna trovare fondi importanti persostenere i produttori italiani. Servono risorse vere che nonsiano solamente quelle previste per la Pac. Il nostro Governointervenga subito sia in Europa che in Italia, varando misurecome la moratoria sui mutui e rinviando le scadenzecontributive delle aziende agricole". Cosi' il presidentenazionale della Cia-Confederazione italiana agricoltori, DinoScanavino, tornando sulla

(AGI) - Roma, 16 set. - "La situazione e' grave: molte nostreaziende agricole sono al collasso. Tra l'altro, il gioco delletriangolazioni rischia di infliggere un colpo letale allenostre esportazioni. Serve un nuovo pacchetto di misure piu'efficaci. Nell'immediato bisogna trovare fondi importanti persostenere i produttori italiani. Servono risorse vere che nonsiano solamente quelle previste per la Pac. Il nostro Governointervenga subito sia in Europa che in Italia, varando misurecome la moratoria sui mutui e rinviando le scadenzecontributive delle aziende agricole". Cosi' il presidentenazionale della Cia-Confederazione italiana agricoltori, DinoScanavino, tornando sulla questione dell'embargo voluto dallaRussia, che blocca le importazioni dall'Europa. "Bisogna comprendere -ha proseguito Scanavino- la portatadel problema e trovare contromisure idonee. E questo aldila'delle perdite milionarie che stiamo subendo come settore,giorno dopo giorno. Infatti, il rischio e' che il danno diventipermanente, visto che si rischiano di perdere per sempre quellequote di mercato che ora iniziano ad occupare altricompetitori". "Non credo -ha concluso Scanavino- nelle soluzioni con labacchetta magica ma auspico che istituzioni e politica nonabbiano un atteggiamento miope verso questa situazione dicrisi".(AGI)