Tv: Caprarica lascia Agon Channel "inadeguato"; furia Becchetti "parole gratuite"

(AGI) - Roma - Stupore e sconcerto per FrancescoBecchetti, editore di Agon Chanmnel (la tv con sede in Albaniae da poco  [...]

Tv: Caprarica lascia Agon Channel "inadeguato"; furia Becchetti "parole gratuite"

(AGI) - Roma, 16 dic. - Stupore e sconcerto per FrancescoBecchetti, editore di Agon Chanmnel (la tv con sede in Albaniae da poco in onda e visibile in Italia, ndr) dopo le dimissionidi Antonio Caprarica, direttore del settore news. Becchettidefinisce "assolutamente inaccettabili e gratuite" le parolecon cui Caprarica ha motivato e reso pubbliche le dimissioni,come pure e' "illegittima, se non anche strumentale" - perBecchetti - la decisione dell'ex giornalista Rai di lasciarel'incarico.

Caprarica: impossibile lavorare cosi', non ci sono i mezzi

"Non corrisponde al vero che la strutturaorganizzativa e il personale della redazione giornalisticamessi a disposizione del dottor Caprarica siano inadeguati",dice l'editore attraverso una nota stampa. "Sin dall'inizio delrapporto, il dottor Caprarica ha condiviso - aggiunge Becchetti- l'idoneita' delle strutture e la qualifica del personalenecessari all'espletamento del suo incarico nella fondamentalee delicata fase di start up di Agon Channel. Come editore, hosempre manifestato la mia disponibilita' a discutere eventualiproposte di integrazione delle risorse. Ma ribadisco che quantoriferito dal dottor Caprarica non corrisponde in alcun modoalla reale situazione lavorativa della redazione di Agon news.Le affermazioni che il dottor Caprarica mi attribuisce,totalmente avulse dal contesto, non corrispondono al miopensiero e sono pretestuosamente collegate all'inaspettata eillegittima decisione assunta dal giornalista".

Becchettiaggiunge che "evidentemente, il dottor Caprarica non ha saputocalarsi nel modello di business di Agon Channel, che punta allaqualita' coniugata con l'efficienza. Questa e' per noi, oggi,la tv del futuro; forse il dottor Caprarica e' rimasto alla tvdelle spese fuori controllo e del passato".