Sagre: nei week end a Burana per lo storione "signore del Po"

(AGI) - Ferrara, 17 lug. - Fino a Ferragosto, nei week end,storione per tutti a Burana, piccola frazione di Bondeno, inprovincia di Ferrara. Da sempre considerato il "signore delPo", perche' puo' vivere sino a 100 anni e pesare oltre 400 kg,lo storione e' il piu' grande pesce d'acqua dolce e salmastradiffuso in Europa. L'appuntamento di Burana si ripete ormai daoltre 30 anni. Un'affiatatissima squadra di amici, che perl'occasione si trasformano in cuochi provetti, e' pronta adeliziare i visitatori gia' dalle prime portate, con antipastimisti ai profumi del mare e antipasto agrodolce

(AGI) - Ferrara, 17 lug. - Fino a Ferragosto, nei week end,storione per tutti a Burana, piccola frazione di Bondeno, inprovincia di Ferrara. Da sempre considerato il "signore delPo", perche' puo' vivere sino a 100 anni e pesare oltre 400 kg,lo storione e' il piu' grande pesce d'acqua dolce e salmastradiffuso in Europa. L'appuntamento di Burana si ripete ormai daoltre 30 anni. Un'affiatatissima squadra di amici, che perl'occasione si trasformano in cuochi provetti, e' pronta adeliziare i visitatori gia' dalle prime portate, con antipastimisti ai profumi del mare e antipasto agrodolce allo storione;si passa poi al risotto ai frutti di mare o allo storione, aglispaghetti torchiati allo scoglio e ai cappellacci di zucca alsugo di storione affumicato; la ricca carrellata di secondiprevede grigliata mista di pesce, fritto misto, spiedini digamberi e lo storione in due varianti: alla griglia e in umidoalla ferrarese; e se ancora non si e' sazi, ad attendere ipalati piu' fini c'e' il piatto speciale a base di caviale conburro salato e carpaccio di salmone affumicato. Le tracce dellostorione sono antichissime, e si perdono negli angoli piu'remoti dell'Impero Romano, quando nuotava felicementedall'Adriatico al Tirreno, finche' la caccia indiscriminata hafinito per renderlo una specie rara, oggi protetta dallaconvenzione di Washington; questa tradizione e' da semprefortissima nel Ferrarese, e ancora di piu' a Bondeno, che sorgeproprio sulle rive del Po: fino a non molti anni fa, in questezone era possibile trovare lo storione nel grande fiume e inmolti dei suoi affluenti, oltre che lungo le coste adriatiche.Da queste parti, poi, la buona cucina e' una vera e propriareligione, e non a caso Burana ospita il Museo della civilta' edella tradizione gastronomica, che in occasione della sagrapuo' essere visitato. Per gli amanti della cultura, oltre algrazioso centro di Burana, merita una visita Bondeno, con lasplendida pinacoteca Galileo Cattabriga e la Chiesa Arcipretalededicata alla Nativita' di Maria Vergine, costruita nel 1114per donazione di Matilde di Canossa, la Rocca Possente astella, il Duomo di Bondeno e il Campanile di Matilde diCanossa. A meno di 20 chilometri, poi, c'e' la splendidaFerrara con il suo centro storico, Patrimonio Mondialedell'Umanita' Unesco. (AGI)Eli