Roma Cinema: Ettore Scola mai visto, un documentario "da ridere"

(AGI) - Roma, 19 ott. - Ettore Scola come non era mai statoraccontato, con un "documentario da ridere". Con questo intentole figlie del grande regista, Paola e Silvia Scola, hannorealizzato 'Ridendo e scherzando - ritratto di un registaall'italiana', per parlare del padre - regista, sceneggiatore,disegnatore, umorista, intellettuale militante - cercando diusare la sua chiave, quella del suo cinema. Come spiegano lestesse autrici, nel documentario prodotto da Carlo DegliEsposti per 'Palomar' e Massimo Vigliar per 'Surf Film' hannovoluto "parlare di cose serie senza farsene accorgere, facendoridere. Abbiamo voluto raccontare nostro padre

(AGI) - Roma, 19 ott. - Ettore Scola come non era mai statoraccontato, con un "documentario da ridere". Con questo intentole figlie del grande regista, Paola e Silvia Scola, hannorealizzato 'Ridendo e scherzando - ritratto di un registaall'italiana', per parlare del padre - regista, sceneggiatore,disegnatore, umorista, intellettuale militante - cercando diusare la sua chiave, quella del suo cinema. Come spiegano lestesse autrici, nel documentario prodotto da Carlo DegliEsposti per 'Palomar' e Massimo Vigliar per 'Surf Film' hannovoluto "parlare di cose serie senza farsene accorgere, facendoridere. Abbiamo voluto raccontare nostro padre unicamenteattraverso le interviste che ha rilasciato nel corso della suavita - dicono - i brani dei suoi film, e quello che ci havoluto dire 'dal vivo', senza dover ricorrere mai a intervistead altri che parlino di lui. Una sorta di auto-racconto, chelui mai avrebbe fatto dati la sua timidezza, il pudore e ildisagio a parlare di se', ma che abbiamo potuto fare noi che loconosciamo abbastanza da poterlo sia celebrare che prendere unpo' in giro. A fronteggiarlo al posto nostro c'e' un giovaneattore e regista, Pierfancesco Diliberto, Pif, che loaccompagna nel percorso che abbiamo tracciato per raccontarlo:un nostro alter ego che a seconda delle necessita' fa daintervistatore, narratore, lettore, agiografo, guida, spalla eall'occorrenza, anche da badante". Ettore Scola e Pif sono alCinema dei Piccoli a Villa Borghese, dove sullo schermoscorrono oltre alle clip dei film e ai materiali di repertorio- in cui vediamo Scola a tutte le eta' - anche vecchi filminiin Super 8 (alcuni girati da lui stesso), backstage realizzatisui suoi set, fotografie rubate agli album di famiglia, disegnie vignette. E cosi' il ritratto di uno dei maestri del nostrocinema prende forma. L'omaggio a Ettore Scola si completera'giovedi' 22 ottobre con la proiezione alle 16.30 in SalaPetrassi di uno dei suoi film piu' amati, 'La terrazza',restaurato a cura di CSC - Cineteca Nazionale in collaborazionecon Dean Film. (AGI).