Ricerca: con etichette intelligenti maggiore sicurezza alimenti (2)

(AGI) - Milano, 6 ott. - Lo studio e' stato pubblicato sullarivista Advanced Optical Materials. Il funzionamento delleetichette si basa su una reazione chimica, appositamenteottimizzata dai ricercatori, in modo da attivare un pigmentoorganico posto su una pellicola di silice porosa che si applicasulla confezione del prodotto. Il pigmento viene programmato inmodo che al tempo zero l'etichetta e' incolore. A questo punto,se durante il tragitto, la temperatura di conservazione rimanenell'ordine di +4 °C l'etichetta rimane incolore, se invecel'alimento e' esposto a una temperatura superiore, fino a +9 °Cper non piu' di

(AGI) - Milano, 6 ott. - Lo studio e' stato pubblicato sullarivista Advanced Optical Materials. Il funzionamento delleetichette si basa su una reazione chimica, appositamenteottimizzata dai ricercatori, in modo da attivare un pigmentoorganico posto su una pellicola di silice porosa che si applicasulla confezione del prodotto. Il pigmento viene programmato inmodo che al tempo zero l'etichetta e' incolore. A questo punto,se durante il tragitto, la temperatura di conservazione rimanenell'ordine di +4 °C l'etichetta rimane incolore, se invecel'alimento e' esposto a una temperatura superiore, fino a +9 °Cper non piu' di 30 minuti, l'etichetta assume rapidamente uncolore blu chiaro. Se, infine, l'alimento rimane per 3 ore atemperatura ambiente l'etichetta diventa blu scuro. Lacolorazione e' sempre irreversibile in modo da permettere aconsumatori e distributori di sapere qual e' stata la storiadella temperatura del cibo durante tutta la filiera didistribuzione fino al banco vendita. ''Le etichette che abbiamosviluppato spiega Luca Beverina sono dispositivi semplici,economici e affidabili in grado di registrare tutta la storiatermica di un pacchetto in modo facile e leggibile a occhionudo. E' una soluzione che aiuta produttori e distributori aevitare che alimenti freschi e deteriorati finiscano nellostesso frigorifero''.(AGI)red/mld