Musica: gin e Barezzi Night da domenica a Fidenza, Busseto e Parma

(AGI) - Roma, 20 mar. - Prende il via domenica 22 il BarezziNight, una nuova rassegna che si terra' dal 22 marzo al 19giugno nei teatri di Busseto, Fidenza e Parma. Dopo lostraordinario successo di pubblico e critica dell'ottavaedizione del Barezzi Festival che ha portato nel parmenseartisti del calibro di The Notwist, Arto Lindsay e Mashrou'Leila, in attesa della nona edizione del 2015, il BarezziNight, ideato e diretto da Giovanni Sparano, proporra'concerti, dj-set, video installazioni, in alcuni dei teatri edegli spazi piu' affascinanti e prestigiosi del territorioparmense: il teatro Magnani

(AGI) - Roma, 20 mar. - Prende il via domenica 22 il BarezziNight, una nuova rassegna che si terra' dal 22 marzo al 19giugno nei teatri di Busseto, Fidenza e Parma. Dopo lostraordinario successo di pubblico e critica dell'ottavaedizione del Barezzi Festival che ha portato nel parmenseartisti del calibro di The Notwist, Arto Lindsay e Mashrou'Leila, in attesa della nona edizione del 2015, il BarezziNight, ideato e diretto da Giovanni Sparano, proporra'concerti, dj-set, video installazioni, in alcuni dei teatri edegli spazi piu' affascinanti e prestigiosi del territorioparmense: il teatro Magnani di Fidenza, il teatro Verdi diBusseto, Lenz Teatro e la chiesa sconsacrata di San Ludovico aParma. E c'e' anche il sodalizio con il gin Tanqueray No. TEN,sodlaizio non casuale: Antonio Barezzi, grande animatoreculturale e musicale di Busseto, cui il festival e' dedicato,era un piccolo produttore di alcolici e fu grazie al suosostegno economico che il genero Giuseppe Verdi pote' recarsi aMilano nel 1832 per approfondire e perfezionare i suoi studimusicali. E diventare il piu' celebre compositore italiano ditutti i tempi. Barezzi Night vuole avvicinare ai teatri tradizionali, dicui il territorio parmense e' straordinariamente ricco, ancheil pubblico meno avvezzo a frequentarli. In quelli chegeneralmente sono considerarti i templi della lirica pereccellenza, nelle stanze adiacenti e nei foyer, sarannoospitati concerti di musica contemporanea, di rock, world musiced elettronica. L'obiettivo e' quello di recuperarel'originaria concezione del teatro quale luogo di socialita',incontro, condivisione. Le eleganti sale degli antichi teatridelle terre verdiane, i foyer, i saloni, in cui si respira ilprofumo della grande cultura e dell'arte italiana, spalancheranno le porte ad un pubblico nuovo e ad un modo nuovodi vivere la propria storia. Si inizia il 22 con il concerto diJoey De Francesco, plurinominato ai Grammy, considerato ilpiu' grande organista al mondo. La sua lunga carriera vantariconoscimenti di ogni tipo e collaborazioni con i migliorimusicisti del pianeta, uno su tutti Ray Charles. Al TeatroVerdi di Busseto si esibira' insieme al suo strepitoso triofunky-jazz che vede Paul Bollenback alla chitarra e JeremyThomas alla batteria. Seguiranno due concerti al Lenz Teatro diParma, affascinante spazio di origine industriale dedicato alleperforming and visual arts, con due degli artisti piu'interessanti e seguiti della musica indipendente e cantautoraleitaliana: Edda il 3 aprile e Dimartino il 18 aprile. Edda,all'anagrafe Stefano Rampoldi, e' stato il leader dei RitmoTribale, gruppo di riferimento della scena rock degli anni '90.Antonio Dimartino, siciliano, classe 1982, e' uno deicantautori piu' apprezzati della sua generazione. In questianni ha firmato i testi di alcune canzoni di Arisa, ChiaraGaliazzo e Malika Ayane; a Parma presentera' in anteprima ilsuo terzo album "Un paese ci vuole". Un lavoro pervaso dapoesia e sogno che conferma la sua capacita' di attingere aicapisaldi della canzone d'autore italiana per uscirne fuorimoderno e ricercatissimo. Il 7 maggio, il Teatro Magnani di Fidenza ospitera' illeggendario duo americano Tuck & Patti, due monumenti dellastoria della musica. Nella loro sound convivono gospel,classica, jazz, soul, folk, blues, rock, country, e musiche dialtre culture. Lo straordinario chitarrista e latalentuosissima cantante, che non ha mai nascosto il suo amoreper Ella Fitzgerald, esordiscono nel 1988 riuscendo a stupirefin da subito con riletture, in chiave jazz, di celebricanzoni. Tra queste, "Time After Time" di Cyndi Lauper ed"Europa" (Earths Cry Heavens Smile) di Carlos Santana,contenuta nel successivo album Love Warriors, brano checontribuisce a farli conoscere anche in Italia, soprattuttodopo la loro esibizione al Festival di Sanremo 1989. Il 31maggio al Verdi di Busseto arrivera' Ed Motta, creatore dellasoul music brasiliana, fuoriclasse che ha collaborato anche conRyuichi Sakamoto. Musicista poliedrico che spazia dalla musicapopolare brasiliana al rock, fino ad arrivare al soul, al funk,al jazz e alla world music. Il Barezzi Night chiude a Parma il19 giugno all'interno della suggestiva chiesa San Ludovico, trasperimentazioni musicali e visive con Fennesz, musicistaaustriaco tra i piu' importanti esponenti della scenaelettronica internazionale. Ulteriore elemento di interessenella serata conclusiva sara' l'installazione di un'operavisual site-specific curata da Francesco Pititto - produzioneLenz Fondazione. Barezzi Night e' organizzato da e'-motivia.p.s. in collaborazione con Materia Off e Lenz Fondazione, realizzato grazie al sostegno di Diageo Italia e dai patrocinidei Comuni di Parma, Busseto e Fidenza. (AGI).