Fedez: rissa a Milano, querela polizia; il rapper "sono spaventato"

(AGI) - Milano, 9 giu. - Passano le ore e intorno allalite-rissa avvenuta questa notte in discoteca a Milano che havisto protagonista il cantante rap Fedez sale una coltre dimistero. L'ufficio di prevenzione generale della Questura diMilano potrebbe procedere contro Fedez trasmettendoall'autorita' giudiziaria l'annotazione relativa ai fatti dellanotte scorsa, ipotizzando per il rapper il reato di oltraggio apubblico ufficiale che, dopo aver sporto querela contro lapolizia che non lo avrebbe 'tutelato' a dovere, si potrebberitrovare incriminato per oltraggio. E questo, sebbene il suoavvocato si sia affrettato a "diffidare i quotidiani

(AGI) - Milano, 9 giu. - Passano le ore e intorno allalite-rissa avvenuta questa notte in discoteca a Milano che havisto protagonista il cantante rap Fedez sale una coltre dimistero. L'ufficio di prevenzione generale della Questura diMilano potrebbe procedere contro Fedez trasmettendoall'autorita' giudiziaria l'annotazione relativa ai fatti dellanotte scorsa, ipotizzando per il rapper il reato di oltraggio apubblico ufficiale che, dopo aver sporto querela contro lapolizia che non lo avrebbe 'tutelato' a dovere, si potrebberitrovare incriminato per oltraggio. E questo, sebbene il suoavvocato si sia affrettato a "diffidare i quotidianidall'attribuire a Fedez il proferimento di frasi che non sonomai state pronunciate contro la Polizia". Differiscono anche leversioni sulla lite scoppiata in tarda notte al "Just Cavalli"di Milano. Secondo la querela che il rapper ha sportostamattina presto in Questura, un uomo a torso nudo si e'avvicinato al suo tavolo iniziando a insultare senza motivo luie alcuni amici. Dopo aver tentato di ignorarlo, Fedez e altriavrebbero reagito, tentando poi di andarsene ma rimanendobloccati dalla security della discoteca. A questo punto l'exgiudice di X-Factor ha chiamato la polizia chiedendo di poterlasciare immediatamente il locale, ma visto il diniego delleforze dell'ordine, che stavano accertando l'accaduto, Fedez hapolemizzato con gli agenti chiedendo loro di identificarsi. Ipoliziotti si sono rifiutati, un rifiuto che il rapper avrebbedefinito "omertoso" e contro il quale ha sporto querela. Gliagenti dell'ufficio prevenzione generale della Questura diMilano hanno interrogato tre testimoni, due barman e unbuttafuori, che hanno raccontato una storia diversa: la litesarebbe scoppiata per il rifiuto opposto da Fedez ad alcuneragazze del tavolo a fianco, che chiedevano foto e autografi.Tra i due tavoli sono volati dapprima insulti e poi unabottiglia, lanciata dallo stesso Fedez, che ha fracassato unospecchio del locale e ferito lievemente una ragazza, poicondotta in codice verde al Fatebenefratelli. All'arrivo dellapolizia Fedez avrebbe mantenuto un atteggiamento aggressivo,raccontano gli agenti: il rapper ha dapprima chiestol'identificazione, e si e' poi messo a filmare con il cellularei poliziotti e le volanti che stavano cercando di identificaretutti i presenti. Fedez li avrebbe anche apostrofati coninsulti, messi a verbale, come "siete delle m..." e "fate unlavoro di m...", accusando loro e i rivali del tavolo con cuiaveva ingaggiato lite di voler sfruttare il suo status dipersonaggio pubblico e la sua disponibilita' economica perfarsi pubblicita' e strappargli denaro. Su Facebook, lo stesso Fedez torna sull'accaduto. "Che nonsto simpatico ad una certa stampa si era capito, non vinascondo di essere seriamente spaventato rispetto a quello chesta accadendo". Cosi' il rapper in merito alla lite di cui e'stato protagonista nella notte a Milano e il conseguentediverbio con i poliziotti intervenuti. "Ormai e' diventata unaroutine dovermi difendere da accuse prive di qualsiasifondamento - scrive l'ex giudice di X-Factor - questa mattinae' uscita un'agenzia secondo la quale avrei ferito una persona,attaccato dei poliziotti mentre urlavo "sono un vip" avendo iostesso chiamato le forze dell'ordine. Una dinamica che ha delsurreale e del tragicomico in se'. E' superfluo sottolineareche nulla di cio' che e' stato scritto corrisponde minimamentealla verita'". .