Enogastronomia: bio e green, mercatini Alto Adige al via il 28/11

(AGI) - Roma, 24 nov. - Niente piatti, posate e bicchieri inplastica, niente lattine, utilizzo di prodotti localistagionali, possibilmente biologici e pietanze vegetariane: ainastri di partenza, i mercatini originali dell'Alto Adigequest'anno si svolgeranno all'insegna del bio e del 'green'. Imercatini aprono il 28 novembre alle 17 a Bolzano, Merano,Bressanone, Vipiteno e Brunico. E' un'apertura speciale perche' diventano Green Event a tutti gli effetti. Un concetto chesottolinea ancora di piu' l'originalita' di questo eventotradizionale, che ormai viene copiato ovunque. Green Eventsignifica un'attenzione particolare da parte degliorganizzatori per moltissimi aspetti, come il

(AGI) - Roma, 24 nov. - Niente piatti, posate e bicchieri inplastica, niente lattine, utilizzo di prodotti localistagionali, possibilmente biologici e pietanze vegetariane: ainastri di partenza, i mercatini originali dell'Alto Adigequest'anno si svolgeranno all'insegna del bio e del 'green'. Imercatini aprono il 28 novembre alle 17 a Bolzano, Merano,Bressanone, Vipiteno e Brunico. E' un'apertura speciale perche' diventano Green Event a tutti gli effetti. Un concetto chesottolinea ancora di piu' l'originalita' di questo eventotradizionale, che ormai viene copiato ovunque. Green Eventsignifica un'attenzione particolare da parte degliorganizzatori per moltissimi aspetti, come il fatto che aglistand la merce offerta e' perlopiu' di provenienza e produzionetradizionale locale, dai dolci ai salati, dai giocattoli aisouvenir. Lo smaltimento dei rifiuti prevede la raccolta differenziata ovviamente e l'impegno di tutti gli operatori diridurre la quantita' di rifiuti. La gestione dei flussi divisitatori prevede incentivazione dei mezzi pubblici a tutti ilivelli (bus, shuttle, treni, carrozze) e il rafforzamentodell'utilizzo della Mobilcard. La decorazione dei mercatiniviene fatta utilizzanto alberi veri e di provenienza locale chepoi rientrano nel ciclo grazie alle centrali diteleriscaldamento. Il risparmio energetico: prevede l'uso di led a basso consumo energetico che si accendono appenaall'imbrunire.Viene combattuto l'inquinamento acustico: nientemusiche ad alto volume e zone di silenzio a disposizione deivisitatori per qualche attimo di relax. A livello socialevengono convolte scuole, proposti laboratori protetti egiardinerie comunali per le decorazioni di alberi, portici,piazze e vie. Gli stand espositivi sono tutti in legno eriutilizzabili per piu' anni. Tutti gli addetti ai Mercatini,gestori, personale, fornitori e altri partner, vengonocoinvolti e sensibilizzati per la gestione corretta del "GreenEvent". Ma anche gli ospiti vengono invitati a contribuire inmodo attivo, arrivando con mezzi pubblici e muovendosi tra ivari mercatini utilizzando la Mobilcard, rinunciando adincartare tutti i regali, in modo da produrre cosi' una minorequantita' di rifiuti, facendo attenzione ad acquistare prodottie regali della produzione locale per incentivare i percorsibrevi, consumando bevande e pietanze presso gli stand in loco,evitando di portarsi da casa imballaggi usa e getti. Dal 29novembre 2014 fino al 6 gennaio 2015 i cinque MercatiniOriginali dell'Alto Adige hanno dunque una marcia in piu',rafforzando cosi' anche l'immagine generale dell'Alto Adigecome la "Green Region" per eccellenza. Il trend dellostorytelling lanciato da Alto Adige Marketing con il nuovo sitowww.storiedavivere.it coinvolge anche i Mercatini Originalidell'Alto Adige con tradizioni, storie e personaggi daraccontare. A Merano sono trenta tra designer, artisti,cantanti e attori famosi a dare un contributo al Mercatinograzie all'iniziativa "Alberi di Natale Merano Collezione2014", personalizzando ognuno uno degli alberi di Nataledislocati per la citta'. Alcuni nomi illustri: Renzo Arbore,Patty Pravo, Rosita Missoni e i grandi nomi locali Matteo Thune Sylvia Pichler. A Brunico e' Helmut Fuchs, il personaggiooriginale, che da alcuni anni gestisce al Mercatino lo standcon una particolare specialita' pusterese: le patate al forno.Helmut nella sua vita ha fatto di tutto, dal meccanico alcameriere, dal dj alla guida escursionistica. Nato a Sesto inVal Pusteria, fin da piccolo ha sempre mangiato le famosepatate pusteresi, ma solo durante i suoi soggiorni all'esteroha riscoperto il gusto genuino e semplice della patata. Tornatoin valle ha gestito una malga offrendo come specialita' propriola patata al forno preparata in un forno speciale. Una ricettasemplice, ma molto gustosa, che da anni ormai fa parte dellespecialita' del Mercatino di Natale di Brunico. A Bolzano ilpersonaggio da cercare tra gli stand e' Rino Zullo, molto piu'noto con il suo nome d'arte Cobo. La natura e' il grande temache Cobo presenta per la nuova edizione del Mercatinoattraverso i suoi oggetti, pupazzetti, animaletti e gnomi deltutto originali ed unici. "La creativita' a km0 e' la grandesfida e cosi' cerco nei boschi, tra i campi e lungo lepasseggiate il materiale naturale piu' adatto per le miecreature", spiega Cobo.(AGI) Red/Bru