ECommerce: vola quello enogastronomico, eBay azzera commissioni

(AGI) - Roma, 3 mar. - Una crescita del 17% nel 2014, con unvalore medio d'acquisto pari a 31 euro: le categorie relativeai prodotti enogastronomici su eBay.it lo scorso anno hannofatto registrare un incremento significativo e per il 2015 siprospetta un'ulteriore crescita, un segnale di come l'ecommercesi stia sempre piu' affermando tra i canali preferenziali pervendere online anche prodotti enogastronomici e del Made inItaly. E a confermare i grandi margini di crescita per ilsettore alimentare online, nel mercato interno e nell'export,ci sono i dati dell'osservatorio del Politecnico di Milanosecondo i

(AGI) - Roma, 3 mar. - Una crescita del 17% nel 2014, con unvalore medio d'acquisto pari a 31 euro: le categorie relativeai prodotti enogastronomici su eBay.it lo scorso anno hannofatto registrare un incremento significativo e per il 2015 siprospetta un'ulteriore crescita, un segnale di come l'ecommercesi stia sempre piu' affermando tra i canali preferenziali pervendere online anche prodotti enogastronomici e del Made inItaly. E a confermare i grandi margini di crescita per ilsettore alimentare online, nel mercato interno e nell'export,ci sono i dati dell'osservatorio del Politecnico di Milanosecondo i quali nel 2014 il comparto grocery ha costituito l'1%del totale del commercio elettronico italiano contro il 13% delRegno Unito. Ed e' proprio per sostenere i venditori che eBay.itannuncia l'azzeramento delle "commissioni sul valore finale"pagate dal venditore professionale sul prezzo del prodottovenduto, a partire dal 2 aprile prossimo. Ogni venditoreprofessionale che opera nelle categorie dedicate all'alimentare(da "dolci e i biscotti" a "pasta e i condimenti" fino a"salame e i formaggi" e a "gastronomia"), dunque, non paghera'alcuna commissione sul valore finale della vendita deiprodotti. Nei fatti, si passa dall'8,7% sul prezzo del prodottoallo 0 per cento di commissione applicata sul valore finale.Inoltre i venditori professionali con un negozio premium sueBay non pagano le tariffe d'inserzione. eBay ha deciso diapplicare queste modifiche in modo da permettere ai proprivenditori di offrire prodotti a prezzi molto piu' competitivi,soprattutto in vista dell'EXPO. L'annuncio e' stato dato durante la tavola rotondaorganizzata da eBay con la partecipazione del Ministero dellePolitiche Agricole, Alimentari e Forestali, di AICIG(Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche) e diColdiretti per discutere dei trend del mercato food in Italia edell'opportunita' del commercio elettronico. "L'enogastronomia - spiega Claudio Raimondi, Countrymanager di eBay in Italia - gioca un ruolo strategiconell'economia italiana cosi' come nel markeplace eBay. Questainiziativa - prosegue Raimondi - e' parte di una piu' ampiastrategia finalizzata a supportare le aziende italiane, inparticolare le PMI, fornendo loro una piattaforma di businessunica, capace di sostenere i loro affari e le loro strategied'internazionalizzazione a costi contenuti, in modo sicuro,completo e affidabile". "La collaborazione con eBay e inparticolar modo la firma del Protocollo d'Intesa, con tutti ibenefici diretti e immediati che en sono derivati rappresentanoun modello di riferimento e uno stimolo per le nostre attivita'di tutela - dichiara Pier Maria Saccani, Segretario generaleAICIG - e' difatti indispensabile approntare una struttura cheprotegga i diritti di proprieta' intellettuale, ancheattraverso accordi con i grandi player di mercato. Avere regolechiare e ottenere la tutela d tutti gli attori coinvolti nelcommercio elettronico e' fondamentale". (AGI)Bru